in

Le fake news sugli incendi in Amazzonia - Seconda parte

Torniamo al soldato, al giaguaro, alla foto che infuriò sui social, in quanto indirettamente simboleggiava lo scempio degli incendi in Amazzonia per colpa del Presidente birbante 1, criticato a sangue dal Presidente birbante 2. La foto faceva capire che il felino sarebbe stato salvato dopo essersi gettato in acqua per sfuggire alla fiamme.

Era, è, sarà per sempre una fake truth, oscenamente geniale, ma falsa. Pardon, il fiume è vero, il giaguaro pure, così il soldato brasiliano al quale si abbraccia. Applicato a quell’evento è un colossale falso. La foto è del 2016, il giaguaro ha addirittura un nome (Jiquitaia) perché è stato adottato dall’esercito brasiliano dopo che cacciatori di frodo gli avevano ucciso la madre. Che dire? Che l’informazione di regime, anche la peggiore, quella para istituzionale, non possa competere con la rete che prima o dopo la becca nelle sue falsità?

Riccardo Ruggeri, 14 settembre 2019

Zafferano.news

Condividi questo articolo