Commenti all'articolo Leonora è morta sola: omicidio colposo?

Torna all'articolo
Avatar
guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
anna
anna
11 Ottobre 2020 20:17

Grazie per il vostro sostegno anime belle. Mamma è stata ed è il faro della nostra vita

alberto cerretti
alberto cerretti
8 Ottobre 2020 11:53

l’ho provato di persona. Mia madre è caduta in casa il 7 agosto, rompendosi testa del femore. ricoverata in ospedale pubblico, Ospedale dell’Angelo Mestre, è stata subito oggetto di pesantissimo isolamento motivato da COVID. Visite contingentate, ma almeno mezz’ora al giorno su prenotazione e badge. Poi è stata trasferita in struttura convenzionata per riabilitazione ortopedica. Qui l’isolamento è stato oltre il limite dell’accetabile. 15 minuti alla settimana. Mia madre è nata il 28/10/1929 e sono unico parente in vita ! Impossibile parlare alla mamma anche per telefono, il personale rispondeva con estrema maleducazione ai miei tentativi di contattarla per telefono. Riuscivo solo a parlare con il medico. Mi dicevano che non collaborava, che era sempre assopita, etc.. Dopo una settimana ho avutoil diritto ai 15 minuti di visita e ho trovato mia madre ridotta a stato vegetativo. Nemmeno mi riconosceva. Il personale mi faceva capire che non c’era praticamente più nulla da fare. Uscito, scrivevo alla Direzione Sanitaria attribuendo il crollo della mamma al trattamento disumano riservato alla mamma, il regime di carcere duro è meno “duro”!!!, e paventavo denuncia per sequestro di persona, in quanto non riuscivo nè a vedere la mamma nè a parlare. A quel punto mi scrivono dicendo di fare riferimento al Primario. Ottenevo qualche visita in più ed una dimissione rapidissima, senza alcun trattamento riabilitativo… Leggi il resto »

Daniela
Daniela
8 Ottobre 2020 9:08

Sono trattati peggio dei mafiosi, senza mai aver fatto nulla di male anzi sempre rispettosi e umili.
Hanno fatto grande l’Italia e li stanno sterminando

Davide V8
Davide V8
8 Ottobre 2020 2:30

Vicinanza alla famiglia.
Purtroppo si sentono sempre più spesso episodi di anziani non considerati, come se fossero da buttare, magari dopo una vita passata a pagare tasse per lo stipendio di questa gente.
E, purtroppo, sono sempre più comuni anche i casi di trattamenti superficiali, se non proprio sbagliati, con la costanza di medici ed infermieri che si coprono a vicenda in modo indegno anche quando le conseguenze sono gravi se non, come purtroppo accaduto in questo caso, tragiche.
Chi non lo ha visto, o provato, non può capirlo.
Ma è peggio di quanto crediate, fidatevi.