in

L’illusione dell’energia dal sole (Franco Battaglia)

Dimensioni testo

Dalla notte dei tempi fino a circa un paio di secoli fa l’energia che ha alimentato il fabbisogno dell’umanità è stata, al 100%, energia dal sole. Era, quella, energia dalle biomasse (cioè legna da ardere), ed energia dai muscoli di animali e uomini, liberi e schiavi: perché dalla notte dei tempi fino a un paio di secoli fa la schiavitù non era un tabù (il film Via col vento è ambientato appena 150 anni fa).

Circa quarant’anni fa, l’energia dal sole contribuiva per l’8%: quella dal sole era diventata, indiscutibilmente, l’energia del passato. Sempre circa quarant’anni fa nacquero i Verdi che col loro Sole-che-Ride promettevano il ritorno dell’energia dal sole. Hanno mantenuto quella promessa? Evidentemente no, posto che oggi il contributo dal sole è inferiore al 10%, e ciò a dispetto dell’avvento di una pletora di nuove tecnologie “solari” (idroelettrico, eolico, fotovoltaico) su cui i governi del mondo hanno impegnato trilioni di dollari delle tasse dei contribuenti.

Il perché del fallimento lo aveva già spiegato Franco Battaglia in una serie di articoli apparsi su questo Giornale fin dal 1999: secondo Battaglia, le buone intenzioni dei Verdi erano grandi, ma grandissima è stata la loro ignoranza in tema d’energia. Il contenuto di quegli articoli fu poi organizzato dall’autore in questo agile ma meticoloso saggio, L’illusione dell’energia dal sole, la cui prima edizione usciva nel 2007.

Nel 2007 governava in Italia Romano Prodi, con Pecoraro Scanio che, da ministro all’Ambiente, promuoveva l’energia dal sole che – a dire di questi – sarebbe gratis. Battaglia avvertiva della grande illusione di quella fonte energetica e suggeriva lo sviluppo dell’elettronucleare. A quel tempo, anche il leader dell’opposizione, Silvio Berlusconi, era dello stesso avviso; e così la prima edizione del saggio usciva con la presentazione del presidente Berlusconi.

Nella sua prefazione a questa seconda edizione, l’autore racconta che, quando si accinse a mettervi mano perché l’editore, 21mo secolo, gli chiedeva di aggiornare la prima ed eventualmente rivedere e correggere alcune posizioni prese allora, si accorse che v’era ben poco d’aggiornare: tutto quanto egli aveva scritto nel 2007 è valido ancora oggi, e lo è tanto più oggi che, ancora una volta, alcuni governi del mondo confidano in quella che chiamano «transizione energetica» che, secondo Battaglia, rimane una illusione.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
geogio
2 Giugno 2021 8:15

Manca una visione non Gretina, e che non sia smart. Parola abusata per veicolare la fuffa ideologica molto inquinante. Come il recovery plan tanto invocato da questi partiti voraci, un falo’ di zolfo che ci lascera’ con altro debito e stimolo per la sola parte parassita dell’economia: quella che riceve dallo stato.

gianfranco benetti longhini
gianfranco benetti longhini
1 Giugno 2021 18:28

La scelta di non continuare con l’energia atomica era un errore grave per l’Italia. La Francia ha più di cinquante centrali, e la piccola Slovenia ne ha una. Le sette sorelle petrolifere, secondo un mio amico che ci lasciò l’anno scorso, pagarano molto per bloccare questa fonte di energia.
Chi ha seguito il problema nel Texax ultimamente per mancanza sufficiente, capirà che ne sole ne vento è disponibile in quantità da mantenere il progresso che desideriamo.
Sembra che si sta’ pensando alla energia dalla fusione.fusione.

Aldo Rigon
Aldo Rigon
1 Giugno 2021 13:22

Nulla si crea, nulla si distrugge, solo si trasforma. Naturalmente con perdita o dissipazione di energia. E allora???

WlaZuppa
WlaZuppa
30 Maggio 2021 23:37

A ME RISULTA CHE AD’ESEMPIO LA SCOZIA È VICINO AL 100% DI ENERGIE PRODOTRE DA FONTI RINNOVABILI E SE PUO FARLO LA SCOZIA CREDO LO POSSIAMO FARE NOI E ALTRI…
https://www.greenreport.it/news/energia/scozia-nel-2020-le-energie-rinnovabili-hanno-soddisfatto-il-97-del-consumo-di-elettricita/#:~:text=Nuovi%20dati%20rivelan
o%20che%20la,raggiunto%20il%2097%2C4%25.&text=Secondo%20i%20dati%20del%20governo,elettricit%C3%A0%20equivalente%20da%20fonti%20rinnovabili.
E POI COMUNQUE… LA SI PUO GIRARE MA LE FONTI FONSILI PRESTO FINIRANNO… E ANCHE IL NUCLEARE NON È INFINITO OLTRE AI PERICOLI…
Idroelettrico, Geotermico, Solare, Idrogeno, Maree…

Giorgio Colomba
Giorgio Colomba
30 Maggio 2021 19:53

L’unica necessaria, impellente rinnovabilità dovrebbe essere quella del pensiero di chi postula l’autonomia energetica dalle rinnovabili.

gio
gio
30 Maggio 2021 16:41

Il contatore di 3 kW per la seconda casa mi costa 45€ a bolletta con ZERO consumi. Grazie agli oneri di sistema. Ciò detto, sostengo che sprechiamo troppa energia. La prima centrale – si diceva – se ismo noi.

mikepz
mikepz
30 Maggio 2021 16:30

per la generazione diffusa è una buona soluzione. di certo non può esserlo per gli usi più energivori, anche per i limiti intrinseci alla rete di distribuzione

Valter Valter
Valter Valter
30 Maggio 2021 15:15

Battaglia ha sbugiardato da almeno due decenni la bufala ambientalista delle energie rinnovabili cosí come ha fatto con quella del GW di origine antropica che vede legioni di cretinoambientalisti stracciarsi le vesti nel nome di Greta. Non provate a cercare il libro dai librai “de sinistra” che da bravi operatori culturali neobolscevichi di sicuro lo boicotteranno nascondendolo quantomeno sotto le copie dell’enciclica “Laudato sii”. Quindi, se lo acquisterete prendetene una copia in piú e mandatela a Bergoglio – Città del Vaticano.