in

Macron preso a schiaffi: “Sono stati i gilet gialli”

Dimensioni testo

 

Uno schiaffo così non capita di vederlo tutti i giorni. Durante la visita a Tain-l’Hermitage, villaggio nel dipartimento sudorientale della Drome, Emmanuel Macron si avvicina alla folla che intende salutarlo. Tra i presunti fan, però, c’è anche un signore in maglietta verde che prima sembra voler dare la mano al presidente francese, e poi gli rifila una cinquina in faccia tra l’incredulità dei presenti (e delle guardie del corpo). La polizia ha già fermato due persone: si tratta di Damien T., presunto autore dello schiaffeggiamento, e Arthur C. che lo stava accompagnando. I due secondo fonti di stampa sarebbero vicini agli ambienti dei gilet gialli e ora rischiano fino a 3 anni di carcere e 45mila euro di multa. Immediati i messaggi di solidarietà da parte dei partiti politici transalpini, compresa Marine Le Pen.