Commenti all'articolo Mattarella e Conte: scacco matto alla Corte dei conti

Torna all'articolo
Avatar
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Camillo Bongiovi
Camillo Bongiovi
7 Agosto 2020 16:29

Rifletto nonostante il caldo torrido della mia amata Sicilia dopo avere letto il pezzo di Bisignani e dico a me stesso, CARO presidente ma non ti accorgi di cosa sta succedendo in politica e in magistratura……deduzione RIMPIANGO IL GRANDE F. COSSIGA,

Riccardo
Riccardo
6 Agosto 2020 4:57

Mattarella ha detto: “Libertà non è fare ammalare gli altri”.
Spiegategli che lui è il capo di quella banda di delinquenti che ha usato il Covid proprio per far ammalare tutti, ammalare nei cervelli a suon di bufale. E oggi siamo circondati da psicopatici in mascherina

Nuccio Viglietti
5 Agosto 2020 11:00

La cariatide tiene il sacco aperto…il gagà lo riempie…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Flavio Pantarotto
Flavio Pantarotto
5 Agosto 2020 10:46

Domanda: quanti e quali sono gli organismi dello Stato che esercitano poteri di controllo, giurisdizione ed indirizzo sulle istituzioni democratiche, e quindi sulla vita dei Cittadini, senza venire mai sottoposti a valutazione popolare? Ovvero, operano al di fuori della democrazia? A me piace il periodico viavai di alti funzionari di molti paesi del mondo, che al cambio del Presidente, del Cancelliere o della maggioranza dopo elezioni, mettono in una scatola di cartone la foto che tenevano insieme a pochi oggetti personali sopra la scrivania e lasciano l’ufficio pubblico, sostituiti da uomini di fiducia del nuovo Premier. Se quest’ultimo lavora bene verranno insieme a lui riconfermati, altrimenti.. avanti il prossimo! Forse può funzionare solo negli Stati federali, dove le competenze sono ben delimitate e chi controlla i controllori non viene scelto da/fra i controllati? Il PdC Conte ed il PdR Mattarella sembrano muoversi così, magari manovrati da più in alto, ma con la diretta responsabilità sulla scelta dei managers o supercommissari che, mi auguro, spariranno in caso di prossima sconfitta elettorale. Sig. Bisignani, ci proponga un altro articolo con un elenco di nomi che in Italia si spostano da una carica all’altra da trent’anni o più, a prescindere dai risultati, dalle “prossimità” per non dire connivenze, e dalla linea politica indicata dal voto popolare: una parte la conosciamo perché la troviamo… Leggi il resto »