Commenti all'articolo Mattarella il pompiere soccorre ancora i giallorossi

Torna all'articolo
Avatar
guest
74 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Rinaldo
Rinaldo
19 Novembre 2020 15:46

Fino a che si tratta di Mattarella, lo sappiamo in quanto parte del ticket di governo. Il problema è quando se n’esce ( o senesce) Berlusconi, con evidenti interessi privati riguardo la gestione di Mediaset sul mercato. Berlusconi! Lascia che i tuoi figli si arrangino e ne vengano a capo con le proprie capacità, non a spese della Politica di interesse comune!

Carlo
Carlo
19 Novembre 2020 9:12

Sbaglia Berlusconi ha dare una mano al governo, così facendo continuerà a perdere voti. Il monito del Presidente, che io chiamo il “Dormiente del Quirinale, per essere collaborativi e costruttivi nei confronti del governo arriva troppo tardi. Fanno bene Meloni e Salvini a non fidarsi di Conte anche perchè lo stesso Conte e con lui il “Dormiente” stanno cercando di avere il più ampio consenso legislativo onde poter spalmare le colpe sugli errori commessi e sugli errori che faranno. Secondo me c’è anche la mano del “Dormiente del Quirinale” se fino ad oggi la procura di Bergamo, che a suo tempo fu solerte a voler sapere di chi era la colpa della mancata zona rossa di Alzano e Nembro, ancora non ha accusato Conte, Speranza e Lamorgese per omicidio colposo multiplo, occultamento di cadaveri e favoreggiamento del contagio pandemico. Pertanto niente soccorso al governo, noi sopravviveremo ma loro devono affondare nelle sabbie mobili che si sono cacciati. Carlo Sagnella

Tannino
Tannino
19 Novembre 2020 3:50

Ormai la sinistra è diventata una metastasi. L’onestà politica e intellettuale di Berlusconi, di non lottizzare, mettendo persone nella pubblica amministrazione e apparati importanti, ha favorito la sinistra a infiltrare tutti questi posti e quindi ad avere il controllo di tutto. Questo non sarebbe un problema, se il nostro Paese funzionasse, non ne faccio una “questione di principio politico,” anzi. Se le cose vanno bene, ne traggo benefici anche io e tutta la comunità. Ma se da quasi 10 anni di sinistra, il Paese è in continua “decrescita felice,” in regressione, allora la rabbia sale. E certe manovre fanno incacchiare ancora di più. Sono intollerabili.

Alessandro
Alessandro
18 Novembre 2020 20:04

Sento sempre politici di sinistra parlare di pericolo nazifascista. Credo che sia per disperazione ed assenza di argomenti validi. Peppone parlava anche di trattori, mattoni e mucche, ma erano altri tempi e poi era un film. Se adesso parlano addirittura di aperture e collaborazione devono proprio essere messi peggio del solito.