Esteri

“Memoria Biden difettosa”. Lui nega in diretta, ma poi confonde gli Stati

Il procuratore Robert Hur accusa il presidente Usa: “Facoltà limitate”. Lui si difende davanti alla stampa, ma commette l’ennesima gaffe

5.4k 17
Biden Usa

Non è gran periodo per Joe Biden. Il procuratore speciale Robert Hur, infatti, ha redatto un report clamoroso in cui si sostiene che il Presidente degli Stati Uniti sarebbe “troppo vecchio” per essere protestato, avrebbe “facoltà limitate” e soprattutto una “memoria difettosa”. Joe non ricorderebbe quando è stato vicepresidente né quando è morto suo figlio.

Ora, le gaffe di Joe sono ormai epiche. L’ultima in ordine di tempo: il presidente Usa ha affermato di aver incontrato Mitterrand nel 2021 in Germania, benché l’ex presidente francese sia morto da tempo e soprattutto, ovviamente, non è mai stato Cancelliere.

Leggi l’approfondimento:

Ma l’ennesima batosta è arrivata proprio oggi e, purtroppo per Biden, proprio nel momento in cui si apprestava a rispondere alle accuse del report del procuratore. In conferenza stampa infatti il presidente Usa ha affermato di avere una buona memoria ma, pochi istanti dopo, parlando della frontiera tra Egitto e la Striscia di Gaza, ha indicato Abdel Fattah al-Sisi come “presidente del Messico” invece che dell’Egitto. Non proprio un buono spot per se stesso.

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli