Questo sito contribuisce
alla audience di
Menu
Monti, Boeri e Fornero al servizio delle multinazionali

Monti, Boeri e Fornero al servizio delle multinazionali

1 “Monti, Boeri e Fornero sono al servizio delle multinazionali, è meglio che se ne vadano all’estero”
Autore il sindacalista Uil Carmelo Barbagallo. Una frase senza alcun senso logico, come lo sono gran parte di quelle dette in un comizio sindacale o politico, da buttare subito nel cestino della carta straccia.

Eppure me la ritrovo sulla Rete assunta a riferimento culturale, ovviamente negativo, per descrivere l’imbarbarimento della discussione politica. Quindi per sostenere che il paese è preoccupato per le fake news e per l’avanzata dei neofascisti (sic!).

Amici delle élite uscite dai vostri salotti e redazioni, lasciate lo “stile di vita”, entrate nella “vita vera”, andate nei mercatini rionali, nei bar di periferia, e vedrete che le persone normali non sono preoccupate né delle fake news (immagino intendano quelle non istituzionali) né dei neo fascisti, ma esclusivamente della mancanza di lavoro e di redditi ridicoli.

Se vogliamo proviamo pure a smontare questa frase di Barbagallo, ma facciamolo con onestà intellettuale.

È ingiusto mettere un gigante politico come Elsa Fornero (scrivo da anni che il Paese deve a lei la sua sopravvivenza, chi tocca la sua legge fa saltare il conto economico e lo stato patrimoniale, lo sappiano tutti i partiti che hanno come bandiera quella di abbatterla) in compagnia di due prufesur dimostratisi politicamente vezzosi ma inutili.

Al servizio delle aziende canaglia (essere delle multinazionali non è di per sé una negatività) sono solo quelli che esaltano e proteggono i loschi monopolisti di Silicon Valley.

E poi Barbagallo, è un sindacalista old fashion, piace ai vecchi operai, in effetti è politicamente un buzzurro rispetto al sindacalista adottato dalle élite Marco Bentivoglio (se posso dare un piccolo contributo, da ex operaio, così a pelle, preferisco Carlo Calenda a Bentivoglio, l’originale è sempre meglio della copia). Rilassiamoci, nessuno marcia su Roma, è piena di buche.

2 “Il Procuratore sulla graticola: su Boschi ho sempre risposto”
Quello che noi giornalisti dobbiamo analizzare è il comportamento del Procuratore di Arezzo. È stato di tipo “A” o “B”? In un interrogatorio tu puoi: “A” a domanda rispondere a monosillabi; “B” a domanda rispondere disegnando il quadro di riferimento, arricchirla di particolari, aprirsi in modo totale, affinché il giudice possa avere tutti i possibili elementi per decidere.

Se Roberto Rossi avesse scelto la modalità “A”, con frasi di tipo ellittico, lo richiamerei. Quello che vale in Tribunale a maggior ragione vale in Parlamento: le furbate ellittiche non sono ammesse.

3 “Migranti, il muro della Francia”
A Emmanuel Macron si possono fare molte critiche ma non quella di non difendere sia l’identità dei francesi, sia i suoi confini. Ad oggi, nel solo 2017 sono stati rispediti a Ventimiglia (da Mentone) 45.000 migranti. Chapeau!

4 “Dieci anni dal rogo Thyssen”
Quando ci decideremo a richiamare l’ambasciatore a Berlino? Perché il ceo e il suo vice non vengono imprigionati per 10 e 6 anni? Merkel e Gentiloni evitate a Germania e a Italia di essere considerate due repubbliche delle banane. Perché non applicare la legge a due banali delinquenti?

5 “Una notizia di 100 anni fa in Svizzera”
Vista la penuria di foraggi per gli animali, il Commissariato elvetico ha deciso: a) Ai cavalli 3 kg. di avena, 5 di fieno, 4 di paglia; b) Ai muli 2 kg di granoturco, 4 di fieno, 3 di paglia.

6 “Censura di tutta la stampa”
Tutti i giornali, NYT compreso, hanno tenuto nascosta la notizia che oggi compio 83 anni. Meschini.

Riccardo Ruggeri, 6 Dicembre 2017

Continua la lettura

“Migranti? Basta un po’ di empatia.... 1 “Con un esercizio di empatia possiamo risolvere il problema dei migranti” Mitico Sting nella pisciatina politicamente corretta da Bolle. Dopo il me...
L’establishment a Davos, parolai senza spina... Impossibile oggi fare una rassegna stampa che abbia un minimo di dignità professionale. Quando un paese ha una strategia di risparmi radicali sulla ma...
Ferrero compra la Nestlé americana 1 “Ferrero compra la Nestlé americana” Uno dei due ha sbagliato, perché ha risposto in modo sbagliato alla domanda: “Nella piattaforma digitale che...
Rosatellum, un sistema elettorale inadeguato 1 “Se non siamo gangster non ci considerano”. Lo dice Gay Telese, uno dei fondatori, con Tom Wolfe, del New Journalism, prima di partecipare alla para...
Condividi questo articolo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *