Commenti all'articolo Morti in Calabria, nessuno dice chi è Stato

Torna all'articolo
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
SDante
SDante
25 Agosto 2018 20:13

Condoglianze per le vittime , io introdurre articolo 18 per statali, esempio gravi fatti a scuola .. Licenzierei proff e presidi e direi siete bravi ma a me stato serve gente più brava più competente, si inceppa una pratica in un pubblico ufficio inizia a licenziare statali …. Poi magicamente le pratiche si velocizzano e non si incepperanno più.
Ho fede nella magistratura, se leggete bene i giornali molte pene e condanne .
Qualcuno pagherà…… Ma se si vuole cambiare il paese statali facilmente licenziabili e industria … . se poi vogliamo fare tutti gli statali in una valle verde …… Con energia verde semplice ritorniamo alla preistoria inquinamento zero e super valle verde .

Orlo
Orlo
22 Agosto 2018 15:10

Nn posso che condividere pienamente il tuo articolo,caro Porro.
Tramite il tuo blog sto scoprendo un interessante giornalista che avevo sottovalutato e me ne scuso.

Luigi Ianiri
Luigi Ianiri
22 Agosto 2018 14:24

Pur di continuare a difendere la famiglia Benetton ci si aggrappa a qualsiasi altro cosa che possa fornire paragoni e giustificazioni con quanto è successo a Genova. E’ veramente incomprensibile questo atteggiamento. Le colpe sono davanti a tutti. Abbiamo capito tutti che le privatizzazioni sono state fallimentari sotto ogni aspetto. Al di la dei poveri morti c’è la possibilità di chiuderne una, non lasciamo scappare l’occasione. Sul dopo nessuno ha ancora espresso la benche minima opinione . Non è detto che ciò che sarà debba essere uguale a ciò che era decenni or sono. Non è detto che la concessione ad un privato non possa contenere una limitazione negli utili e percentuali ben precise da spendere nella innovazione e nella manutenzione. Tornado alla Calabria condivido pienamente un tuo altro commento : non si può regolamentare tutto non si possono assegnare responsabilità, che significa chiedere indennizzi, a chiunque e per ogni minima cosa. Si finirà che non ci saranno più medici, vigilanti, pompieri, autisti, piloti, ferrovieri, disposti a fare pienamente il loro dovere se non ricevendo in cambio sacchi di denaro.Non ci sarà una buca stradale che non avrà il suo ricorrente.Per una banale appendicite si dovranno firmare centinaia di fogli. La giustizia riceverà quintali di ricorsi ed il suo operato bloccato. Solo per le azioni veramente dolose, cioè quelle pensate… Leggi il resto »

Augusto Pizzorno
Augusto Pizzorno
22 Agosto 2018 14:20

Che menata !
Ora per ogni incidente bisogna trovare un colpevole ?
Obblighiamo tutti a stare fermi sul divano ! Dove però potrebbero morire di infarto o di qualunque altra cosa e allora ?
Siamo impazziti.

Melo46
Melo46
22 Agosto 2018 14:09

Torino, Genova, Pollino… prima di tutto CHI HA COLPE PAGHI!
MEMENTO Thyssenkrupp… “omicidio volontario”.
Tutta la caciara politica non servirà a distrarre dal disastro annunciato di una gestione economica basata sulla copertura dei media pagati dagli stessi cittadini che dovevano informare correttamente e oggi si limitano a comunicare l’APERTURA DELL’ENNESIMO FASCICOLO; anche perché ormai chiunque può essere facile profeta e prevedere che questo sia solo l’inizio dei danni da carenze di esercizio e manutenzione dei beni di tutti, fatti percepire ormai come inesauribili GIACIMENTI CULTURALI da sfruttare senza più criterio di gestione tecnica.
Sono stati fatti i controlli dovuti?
Chi è stato e continua ad essere pagato inutilmente per controllare i controllori, con quali corrispettivi in termini di consenso elettorale?????

Nuccio Viglietti
Nuccio Viglietti
22 Agosto 2018 14:01

Responsabilità unica totale di bipede idiota…specializzato naturale andarsi cacciare luoghi situazioni più pericolose possibili (e senza cagare manco di striscio straccio previsioni meteo).
https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/