in

Feltri vs Murgia

“Murgia brutta come l’orco”. Bufera su Feltri (che risponde)

Il direttore Vittorio Feltri è al centro di numerose polemiche dopo un durissimo tweet contro Michela Murgia

Dimensioni testo

Il 2023 sembra essere iniziato col botto. Subito al centro delle polemiche c’è il direttore editoriale di Libero, Vittorio Feltri, quando pochi giorni fa ha pubblicato un tweet al vetriolo, definendo Michela Murgia “brutta come un orco”. Frase che ha sollevato un putiferio, fino ad arrivare alla durissima risposta di Chiara Valerio dalle colonne de La Repubblica.

“Il tweet di Vittorio Feltri, giornalista – si legge su Rep – è il sintomo di un clima culturale a cui io do il nome di squadrismo e che, sulla carta stampata e sui mezzi di informazione nei quali devono essere inclusi, per quantità, qualità e frequentazione, i social, si mostra con la pratica culturale, per me, più fascista che esista: lo scherno“. Scherno che, ricorda Valerio, era già avvenuto da parte dell’ex direttore lo scorso primo dicembre, quando definì Murgia “una strega”.

Per approfondire:

E la giornalista prosegue: “Lo scherno è un metodo ed è un metodo fascista. Lo scherno non è satira e non è divertente. Lo scherno confonde i contesti minando quello che è la base di una democrazia rappresentativa e cioè che chi ha un ruolo pubblico non può e non deve parlare come tra le mura di casa propria. Motivo per cui non ho difficoltà ad ammettere che in passato la sinistra italiana ha ceduto a schernire e ha avuto e ha movimenti da conventicola laddove la destra mostra oggi azioni e intenzioni squadriste“.

Ma la risposta di Feltri, anche contro Chiara Valerio, non si è fatta attendere. Anche questa volta con un nuovo tweet sul suo profilo social: “Chiara Valerio sulla Repubblica mi critica ferocemente perché ho scritto che la Murgia é brutta. Allora mi correggo: la Murgia è una strafiga. Poi la Valerio cita la frase storica: i comunisti mangiano i bambini. Non è vero: li sodomizzano”.