Commenti all'articolo L’inspiegabile scrittura (e successo) di Nicola Lagioia

Torna all'articolo
Avatar
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Un pivello qualunque
Un pivello qualunque
2 Marzo 2021 14:43

Secondo me lei dovrebbe leggere altri libri di Nicola Lagioia, e leggere – per intero, non solo qualche pagina a caso – La Ferocia.

Si accorgerebbe – forse, chissà – che quello non è il linguaggio di Nicola Lagioia, ma il linguaggio specifico del romanzo La Ferocia, il timbro che crea l’atmosfera e dipinge al meglio i personaggi, con la loro vacuità, la loro avidità, amoralità…insomma quel linguaggio è la metafora di quel mondo, fatto di superficialità, esteriorità senza nessun fondamento. Un castello di carta che il capostipite tenta di tenere in piedi sino alla inesorabile fine. Legga il libro…

Angelo Ferrarini
Angelo Ferrarini
18 Giugno 2020 16:01

stesse valutazioni si potrebbero adottare per altri scrittori; secondo, un criterio è sempre quello di chiedersi: “chi sta parlando?”, tenendo conto che anche il narratore è un personaggio, magari un po’ confuso nel suo pretendere di ragionare; terzo, qualche errore in meno (del recensore) potrebbe aiutare la lettura
angelo ferrarini

Gregorio Vasta
19 Gennaio 2020 15:31

Bravo, molto divertente

Gregorio Vasta
19 Gennaio 2020 15:25

Bravo, molto divertente!