in

Orrore a Cuba: 20 anni di carcere perché testimone di un omicidio

Notizie dal Sudamerica. Ecco il vero volto del regime che governa l’isola americana

Fredi Beirut Matos

Dimensioni testo


di Paolo Manzo
Un uomo di 64 anni, Fredi Beirut Matos è stato condannato a 20 anni di carcere per aver assistito all’omicidio di un manifestante da parte di un poliziotto a Cuba il 12 luglio scorso. Inoltre è stata condannata a 7 anni di carcere sua figlia, Katia. “Il “crimine” commesso è che hanno assistito a come la polizia ha ucciso Diubis Laurencio Tejeda, uomo di colore, di un quartiere emarginato e disarmato, “a cui hanno sparato”, ha spiegato la giornalista indipendente Claudia Padrón Cueto.
La procura militare dice che è stato per legittima difesa ma i video della sua morte mostrano che l’unica cosa che aveva in mano era un cellulare. Fredi e Katia sono stati testimoni diretti e lo stanno pagando. Anche il marito di Katia Beirut Rodríguez è detenuto in attesa di sentenza, al pari del fratello, detenuto con una richiesta di accusa di oltre 20 anni. Una famiglia distrutta dalla dittatura che governa Cuba.