Panico per i ghiacciai sciolti in Groenlandia. Ma è tutto normale

Non so chi di voi rammenti Il Dentone, esilarante cortometraggio del 1965 con attori di primo piano, e con Alberto Sordi protagonista nella parte di aspirante lettore del telegiornale in qualità di concorrente in un concorso ove tutti gli altri sono raccomandati eccetto lui, il Dentone, che però sbaraglia gli avversari grazie ad una preparazione di ferro e malgrado il difettuccio fisico. Ne consiglio la visione perché fa ridere di cuore, e la cosa non guasta.

Tutta un’altra forza i presentatori dei Tg d’oggi. Col Dentone, nulla in comune: tutti molto fotogenici, questo sì, ma cosa ci sia dietro quel volto, cioè dentro la testa, non è dato sapere.

Ordunque la notizia diffusa da tutti i Tg, locali e nazionali, del 3 agosto è la seguente: «11 miliardi di tonnellate di ghiacci della Groenlandia si erano sciolti il giorno precedente». La notizia farebbe notizia (tanto da meritare di essere letta in tutte le edizioni dei Tg) perché sarebbe mostruosamente preoccupante e come tale viene letta.

A differenza dei moderni colleghi, il Dentone avrebbe fatto l’aritmetica del caso, prima di fare la figura del fesso al cospetto di milioni d’italiani. Avrebbe egli calcolato: 11 miliardi di tonnellate d’acqua fanno 11 miliardi di metri cubi d’acqua; ma la superficie della Groenlandia coperta da ghiacci è 1.7 trilioni di metri quadrati, cosicché dividendo volume per area di base, cioè 11 miliardi per 1.7 trilioni, si ottengono 6 millimetri di altezza.

Allora i ghiacci della Groenlandia si sono assottigliati di 6 millimetri. La cosa è preoccupante? Il Dentone sa che i ghiacci della Groenlandia hanno una profondità media di 2 chilometri cosicché una riduzione di 6 millimetri su un’altezza di 2 chilometri sembra più irrilevante che preoccupante, tanto più che il Dentone sa anche che fra pochi mesi l’estate sarà passata e tutto tornerà come prima.

Condividi questo articolo

7 Commenti

Scrivi un commento
  1. Che poi non sembra neppure vero…
    https://www.scienzenotizie.it/2019/03/26/groenlandia-il-ghiacciaio-jakobshavn-avanza-rilevata-crescita-record-5830207

  2. Quindi il nostro Dentone è convinto che: – una tonnellata di ghiaccio occupi un metro cubo (chissà come si spiega che il ghiaccio galleggi) – in piena estate la temperatura in Groenlandia sia – 35°, su tutta la Groenlandia, anche se si estende per più di 20 gradi di latitudine – che a – 35°sia normale aspettarsi che i ghiacci si sciolgano. Troppo impegnativo per la radiazione solare, scaldare al tempo stesso il ghiaccio e l’aria: forse c’era anche questo nel calcolo (peccato non averlo trovato nel post). E pensare che nel film la geografia la conosceva a menadito.

  3. Sono sicuro che come scrive qualcuno qui, i cambiamenti climatici sulla terra ci sono e ci saranno sempre, si sono estinti I dinosauri, possiamo estinguerci anche noi, non c’e dubbio. Un sola cosa volevo puntualizzare caro Battaglia, semplificare a volte e veloce ma da male interpretazioni degli eventi, mi spiego la quantita di acqua che si perde, lei non la perde nel centro della calotta glaciale, ma dove la temperatura e superiore allo 0. Quindi dove c’e l’oceano, vuole dire che perde “costa” aumentano gli iceberg, e si diluisce il ghiaccio, sempre sulle coste la maggior parte. Poi sono d’accordo le notizie vengono presentate in modo teatrale, cosi come i continui screzi tra Lega e M5S.

  4. Grazie Professore. Questo articolo fa giustizia di affermazionui che non dimostrano nulla. Il riscaldamento globale, se c’è, non è colpa dell’uomo

  5. A Luca Maffezzoni:

    Non so né chi sia lei né chi sia quello per cui lei lavora. Né m’importa. Capisco solo che lei non sa nulla dii scienza, come io nulla di climatologia, né mi frega più di tanto saperne. Lei deve solo dirmi se è vero SI’ o NO che gli 11 Gt di ghiaccio sciolti in n giorno e di cui ci hanno martellato gli zebedei tutti i tg d’ogni ordine e grado sono – SI o NO – 6 mm di superficie di ghiacci della Groenlandia erosi. Tutto il resto – la Nasa, Einstein, il Papa, il buon Dio – non conta. Non mi chiami “questo personaggio” mi chiami pure Paperino, se crede, ma mi dica dei 6 mm.

    • «quello» è una donna. Ruth è un nome femminile anche in Dk. Poi non stupisce che si confonda l’estate con l’inverno (artico).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *