Commenti all'articolo Perché l’Italia rischia di diventare una preda

Torna all'articolo
Avatar
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
gianfranco
gianfranco
27 Aprile 2020 15:43

C’è quasi il sospetto che Conte, con tutto questo blocco dannoso e cretino delle attività in Italia, venga manovrato dalle lobbies straniere: più tieni bloccato, più le piccole imprese falliscono, più è facile comprare tutto a prezzi stracciati……

ALFREDO
ALFREDO
27 Aprile 2020 13:51

USCIRE DALL’ CERTO, CON UNA NUOVA CLASSE POLITICA POTREMO TORNARE AD ESSERE LA QUARTA POTENZA AL MONDO ABBIAMO TUTTO INTELIGENZA , CULTURA VOGLIA DI LAVORARE NEL PAESE PIÙ BELLO DEL MONDO QUELLO CHE MANCA UNA CLASSE POLITICA FORMATA DA UOMINI VERI CON GLI ATTRIBUTI.

fiorella
fiorella
26 Aprile 2020 22:44

buona sera, è la prima volta che le scrivo, la mia opinione:
non è che con questa corona virus hanno giocato con il fuoco, intanto lo stato non dovrà più pagare le pensioni a i poveri vecchietti che sono morti, e Giuseppi sta facendo il gioco da svenderci alla Germania e Francia, faremo la fine della Grecia, hanno fatto le prove di stare tutti a casa cosi non ci saranno già soldi x mangiare, ed è qui che dobbiamo fare una rivoluzione e cacciare tutti i parlamentari a fare i lavori forzati

Paolo Luca Bernardini
Paolo Luca Bernardini
26 Aprile 2020 22:17

In realtà la situazione di fine Quattrocento era diversa, Milano — tra l’altro — fu la prima a perdere la propria libertà nel 1499, ma allora la Germania e la Francia erano fieramente divise…E la prima controllava un impero immenso, di cui una parte piccola ma ricca era proprio in Italia. Nell’Ottocento l’Impero inglese di fatto anche se non di diritto controllava anche parte d’Italia, senz’altro la Sicilia (salva da Napoleone, come la Sardegna, grazie a Nelson).
Ottima analisi per il resto.