in

Rissa in tv

“Pezzo di…”, “Faccia di c…”: rissa e spintoni Mughini-Sgarbi

Si scaldano gli animi al Maurizio Costanzo Show: tra Vittorio Sgarbi e Giampiero Mughini volano parole grosse

Dimensioni testo

Sono due navigati opinionisti tv, che forse non si amano. E chissà se Maurizio Costanzo avrebbe fatto meglio a posizionarli un po’ più lontani nel palco in cui va in scena il suo show. Fatto sta che tra Vittorio Sgarbi e Giampiero Mughini sono volati insulti e spintoni.

Al centro del dibattito c’era ovviamente la guerra in Ucraina. Durante un siparietto tra Costanzo e Albano sui suoi concerti alla presenza di Putin, Mughini interviene per dire che lui non metterebbe a fianco i discorsi di guerra con le canzoni. Secondo il giornalista, non c’era nulla di male ad aver cercato un rapporto con lo Zar, ma adesso il momento è “drammaticamente cambiato”. “È di questo che stavamo parlando – ribatte Albano – ma dove eri? Sintonizzati”. A quel punto interviene Sgarbi: “Che Albano non debba andare a cantare in Russia è una cosa, ma che un cantante russo non possa venire in Italia a cantare è una forma di fascismo. È intollerabile. Un artista, un atleta, un direttore d’orchestra non sono Putin: sono uomini che hanno dignità e amore per l’arte. Vanno difesi fino in fondo”. In platea scatta l’applauso, addirittura la standing ovation. Apprezzamento che a Mughini non sembra andare molto a genio. “Hai fatto la filippica”, commenta a mezza bocca. “Il caso del direttore d’orchestra era diverso: il sindaco Sala gli aveva chiesto di condannare la guerra in quanto tale”.

A quel punto Sgarbi si scalda. “Non puoi obbligarlo solo per lavorare”, attacca. “Ma calmati”, ribatte Mughini. “Ma calmati tu, imbecille”, aggiunge Sgarbi. Ed ecco il patatrac. Il giornalista si alza e affronta il critico d’arte, i due si mettono le mani addosso e Sgarbi cade rovesciandosi addosso un quadro che aveva alle spalle. Attoniti gli altri ospiti, tra cui Giuseppe Cruciani (che divide i contendenti) e Iva Zanicchi. Tra i due poi volano insulti pesanti: “Pezzo di m…”, “cogli…”, “faccia di c…” e via dicendo.

“La pace tra Russia e Ucraina è difficile se è così complicato trovarla tra due persone”, ha commentato Sgarbi. Dopo questi attimi di tensione, infatti, tra i due è tornata la tregua. Armata.