in

Poker d’azzardo a Palazzo - Seconda parte

Sulle autonomie sempre più ridimensionate Salvini riuscirà a far infuriare in un solo colpo i suoi due governatori più efficienti, Attilio Fontana e Luca Zaia, ma soprattutto il suo elettorato veneto e lombardo. Sul piano internazionale, infine, il governo gialloverde sta dalla parte degli Stati Uniti di Trump ma anche della Russia di Putin e pure della Cina di Xi Jinping. Quanto ancora potrà durare questo grande bluff? I mercati, fortunatamente, hanno capito il gioco, per cui non danno più peso alle parole di Salvini o Di Maio, con il sovrastare della linea della Ragioneria, ma resta l’incognita Procure che, da Nord a Sud, sono sul piede di guerra.

Se il Capitano non stacca presto la spina per andare al voto e mettersi in gioco finalmente in prima persona, forse non avrà più la soddisfazione di avere la sua foto nella galleria dei Presidenti di Palazzo Chigi. E, come diceva Cossiga, rischia di rimanere in mutande nel terrazzino di mamma e papà, in Liguria, ad innaffiare le piante. Ancora per un po’ gli italiani non gli chiederanno di vedere il bluff e gli raddoppiano la posta, ma il tempo gli gioca terribilmente contro.

Luigi Bisignani, Il Tempo 7 luglio 2019

Condividi questo articolo

6 Commenti

Scrivi un commento
  1. Dicono che chi ha dimestichezza con la Borsa intuisce quando un titolo ha raggiunto il suo massimo e quindi vende. Quelli che invece aspettano che salga ancora di solito si ritrovano con un pugno di mosche o giù di lì. Allora, siccome anche in politica, come in Borsa, occorre avere “naso”, chiediamoci se Salvini questa sensibilità ce l’ha. Immaginiamo solo che cosa potrebbe succedere se invece di avere colleghi mezzecalzette come Trenta e Di Maio avesse al suo fianco una Meloni alla Difesa e magari Giorgetti all’economia, per non dire di Nordio alla Giustizia. Dite che è un sogno ? Ma va’ ! Torniamo al voto e il sogno diventa subito realtà !

  2. Salvini dovrebbe andare via solo quando non potrà più ottenere buoni risultati politici, magari inducendo gli altri a metterlo all’ opposizione. Se la mummia cadrà nell’ errore di non andare subito dopo ad elezioni anticipate e tenterà di fare un governo senza la lega, Salvini alle prossime elezioni si prenderà tutto il cucuzzaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.