Commenti all'articolo Poveri ucraini: nelle mani di un comico che fa solo promesse

Torna all'articolo
Avatar
guest
57 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Riccardo
Riccardo
24 Marzo 2022 7:04

Un articolo di una stupidità sconcertante…. Gli oligarchi americani si sono fatti da sol, non sono amici degli amici… É il classico mantra per buttare in confusione il disattento lettore, che si vorrebbe ottuso e abboccone. L’autore non cita la propaganda di stampa, cioè la sua

Eros Catalano
Eros Catalano
24 Marzo 2022 2:36

Quanto agli oligarchi, li chiamiamo cosi perche hanno accumulato immense fortune solo in virtu della loro amicizia con il dittatore russo che ha regalato loro le ricchezze naturali sottratte al popolo russo. Paragonarli a Jeff Bezos, Bill Gates, Musk, Zuckenberg etc vuol dire essere oltre che ignoranti, in malafede. La gente che lei cita ha creato ricchezza col proprio ingegno, quell’ingegno di cui lei purtroppo difetta.

Eros Catalano
Eros Catalano
24 Marzo 2022 2:27

Signor Camilleri, o come diavolo si chiama, il discorso sulla propaganda di guerra ci sta tutto, ma qui c’e’ un problema grande come un macigno. Quello che lei apostrofa come guitto e’ il presidente democraticamente eletto di una nazione aggredita da un dittatore senza scrupoli che, perso il suo presidente fantoccio, ha prima finanziato per anni la destabilizzazione dell’Ucraina, poi, ha deciso di invadere, convinto che il guitto sarebbe scappato e gli Ucraini avrebbero accettato supini di tornare sotto il controllo Russo.
Le cose, come vede, sono pero andate diversamente, se ne faccia una ragione e la smetta di scrivere *********.

Davide
Davide
23 Marzo 2022 13:32

I giornalisti nel mondo occidentale si limitano a leggere le veline del consolidato centro di potere ora americano ora europeo. Trump è stato eletto per l’intervento russo. I polacchi sono razzisti perché non vogliono i clandestini. Orban è un dittatore.
Adesso vanno bene sia i polacchi che gli ungheresi, perché se dovessero opporsi (questi ultimi, i polacchi credono di essere ancora nel 1600) “l’unità europea” scricchiolerebbe.
E in questa melma di corruzione e stupidità, l’Italia primeggia. Sia nella stampa (anche con la maiuscola) sia nella politica (e qui con draghi, dimaio, meloni, letta e salvini la maiuscola non ci può andare)