Commenti all'articolo Quando la Thatcher bacchettava l’Europa

Torna all'articolo
Avatar
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Sergio Bernardini
9 Aprile 2021 21:24

Parole illuminate e di grande, fervido buon senso.
Le tradizioni ed i valori dell’Europa affondano le loro radici nella storia e nella cultura delle Nazioni che la compongono. Negarle cercando di sovrapporre loro costruzioni concettuali e burocrazie senz’anima e senza altro scopo che l’autoconservazione è un crimine ed un errore storico.
L’Europa delle Nazioni, l’Europa delle Patrie che si comprendono e cooperano strettamente al bene comune è l’unica vera Europa. La sola che possa resistere nel tempo.

Giovanni Zurolo
Giovanni Zurolo
9 Aprile 2021 14:36

Al di là della politica perseguita dalla Thatcher nel corso del suo mandato, il discorso non fa una grinza. Ma evidentemente, e tra le righe del discorso si leggono i suoi timori, i piani degli Euroburocrati erano tutt’altri.

Luca
Luca
9 Aprile 2021 8:19

Pro e contro. Per quanto avesse ragione su come le Nazioni dovessero stare in Europa, le sue politiche interne di liberalizzazione spinta, non furono pienamente gradite/comprese.
Non a caso, quando venne a mancare si trovarono molte scritte che imbrattavano Londra dal tenore: “Iron lady, rusty in peace” !!
Sulla liberalizzazione spinta col resto del mondo non credo avesse ragione ( basta vedere a cosa accade oggi con la Cia)

Angela Giuliano
Angela Giuliano
8 Aprile 2021 23:35

Numero uno. Non è una questione di genere. Se sei grande lo sei a prescindere dal sesso dal colore della pelle……