Commenti all'articolo Progresso: dieci motivi per guardare al futuro con fiducia (Johan Norberg)

Torna all'articolo
Avatar
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
wisteria
wisteria
29 Gennaio 2019 14:59

Felice di apprendere che il mieloso mantra bergogliano dei poveri sempre più poveri e e dei ricchi sempre più ricchi è contraddetto dai numeri, mi chiedo: l’accentuata povertà delle ex-classi medie europee – che sta provocando la crescita della destra populista – nasce forse da una falsa impressione? Non sarà che la diminuzione globale della povertà è andata di pari passo con il dissanguamento di ceti che poveri non erano mai stati?

Nuccio Viglietti
29 Gennaio 2019 14:44

Progresso ineluttabile processo evolutivo tecnologico inarrestabile compiuto segnatamente ultimi secoli no ha variato di microgrammo nostra joie de vivre…minimamente scalfito nostra angoscia di esistere…poiché neppure impercettibilmente cambiato nostri basici meccanismi cerebrali di bipedi idioti.
https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Pierpaolo Di Gennaro
Pierpaolo Di Gennaro
29 Gennaio 2019 12:52

Prendo per buono il suggerimento, ma ritengo che la lettura di “i limiti dello sviluppo” attesti la realtà.

L’Umanità è un treno che corre a mille orari verso un treno e nessuno è capace di tirare il freno.

Valter
Valter
29 Gennaio 2019 9:59

Il capitalismo è un sistema economico come lo è il socialcomunismo, con la differenza che il primo produce ricchezza e quindi benessere diffuso mentre il secondo diffonde solo miseria, i cinesi lo hanno capito e si sono lasciati quantomeno, come dice Porro, “contagiare”. Ma un’altra è la differenza forse più importante: il capitalismo può funzionare, e funziona meglio, nel rispetto delle libertà civili e dei diritti umani. Al contrario del socialcomunismo che, per funzionare, li deve negare.