Commenti all'articolo Quell’Europa che non c’è più

Torna all'articolo
Avatar
guest
32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Castagnoli francesco
Castagnoli francesco
26 Marzo 2020 8:31

Buongiorno, ma la cifra di 3600 mld che mi pare veramente eccessiva , da dove è stata ricavata?..io sapevo che l’intervento dell’Eurozona estato di circa 800 mld. Gradirei una risposta, grazie.

Francesco
Francesco
23 Marzo 2020 22:08

Se per questo non c’è più l’italia. La Sicilia la Sardegna il Veneto la Lombardia la Calabria…non si fidano più dello stato centrale. L’emergenza sta facendo emergere drammaticamente le divisioni dello stato italiano. O si fa una seria riforma federale o lo stato unitario è solo sulla carta. Prima ancora di parlare di Europa bisognerebbe seriamente parlare di come si possa mettere insieme un puzzle Italia che è sempre più difficile da ricomporre. Il virus ha fatto emergere una drammatica differenza tra il nord e il sud del paese, tra le isole e la penisola. Uno stato quello italiano che va rifondato tutto. Così non si può più andare avanti. Bisogna valorizzare le differenze regionali e non appiattirsi su una retorica statalista centralista che non serve a nessuno.

niko
niko
18 Marzo 2020 12:47

ancora parliamo d’europa …bisogna farserne una ragione …stiamo parlando solo di ***** secca…europeisti…un gruppo di sognatori…ormai ci hanno fregati tutti…e non capisco come ci siano ancora degli irresponsabili che vanno dietro a quest’accozzaglia di burocrati a cui il mortadella ha saputo da esperto beccamorto di enti gruppi industriali..svendere lo stato italiano….

BB
BB
16 Marzo 2020 20:28

Costo Europa per i cittadini italiani:

30MLD x 20anni = 600MLD

ESM = 125MLD

Costo poltronari in parlamento europeo,

Costo posti di lavoro persi dalla delocalizzione in europa dell’Est,

Siamo arrivati a 1000MLD di costi oppure li abbiamo superati?

Vorrei sapere se dobbiamo morire soffocati dall’estorsione ESM e pagamenti all’Europa, oppure possiamo progettare un’uscita seria dall’EUROPA?

NO EURO,

NO EUROPA,

NO CHINA!

Emanuele
16 Marzo 2020 17:09

Tutti noi ricordiamo nomi e cognomi di chi azzannava al collo coloro che già una decina di anni fa criticavano questa Europa, vero? È il caso di averlo ben presente quando leggiamo i giornali, ascoltiamo in tv “coloro che tutto sanno” o quando arriverà il momento di votare.

honhil
honhil
16 Marzo 2020 14:42

Una cosa è certa, da quando Oscar Luigi Scalfaro si è insediato al Quirinale e Carlo Azeglio Ciampi ha messo piede a Palazzo Chigi, tutti i governi che si sono succeduti, con l’appoggio determinate del fu Pci e suoi derivati, sono stati ignominiosamente al servizio dei satrapi dell’Ue. Con lo Stivale che ha dato certamente, in tutti questi lunghi anni, molto, ma molto di più di quello che ha ricevuto.