Quell’inquietante profezia sull’Ue - Seconda parte

Condividi questo articolo


Molti anni dopo, quando il Ceo capitalism cominciò a prendere forma capii l’oscena profondità di quelle due frasi (il fascismo da nero si stingeva nel rosa pallido), coerenti con il curriculum di Monnet. Era un produttore di Cognac, un tecnocrate, francese di nascita e di cultura, anglosassone di mentalità e di frequentazioni. Oggi il suo profilo è riconducibile a quello di un CEO versione deal maker. Credo che dobbiamo riconoscere a Jean Monnet pure la primogenitura filosofica del Ceocapitalism. Infatti, le due frasi suddette sono i plinti sul quale lo stesso si poggia.

Ogni lettore che mi ha scritto ha ora tutti gli elementi per decidere liberamente che fare. Per favore, lasciatemi fuori, quel mondo non mi piace.

Riccardo Ruggeri, 18 gennaio 2020

Zafferano.news

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


5 Commenti

Scrivi un commento
  1. La chiave del successo di quest’orribile progetto, al pari di altri precedenti molto simili tipo nazismo e comunismo, sono i cavalli di ***** che s’annidano ovunque, i traditori piu’ o meno consapevoli delle rispettive patrie. Con questo non addito gli esecutori vari, tipo la nostra classe dirigente ed intellettuale, ma l’esercito d’imbecilli che quando si reca alle urne insiste nel votare chi fa l’opposto dell’interesse generale. Questa gente e’ il vero nemico e non e’ straniera. I popoli si dividono in 2 tipologie, quelli che a prevalenza hanno i *******i e quelli che invece a prevalenza sono *******i, gli italiani purtroppo fanno parte della seconda categoria.

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *