Commenti all'articolo Referendum: le ragioni del NO

Torna all'articolo
guest
58 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Maria GIBILARO
Maria GIBILARO
18 Settembre 2020, 10:12 10:12

Voto noooo

Tullio Pascoli
Tullio Pascoli
17 Settembre 2020, 19:25 19:25

Io posso capire che votando SÌ i grillini – che io non digerisco -, in questo specifico caso, ne possano uscire avvantaggiati, ma non me la sento di votare contro la mia convinzione solo per fare un dispetto a chi mi è anche molto antipatico. Sarebbe come quel tizio che si taglia il cosiddetto per far dispetto alla moglie…

Del resto, se non sbaglio, anni fa lo stesso Berlusconi aveva avanzato tale proposta… Se era valida allora, non mi spiego come non lo possa essere oggi?

Io e la mia famiglia, vivendo all’estero, abbiamo già votato e pur non aggradando a questi che sostengono il NO, noi siamo stati coerenti ed abbiamo già votato per il SÌ.

Del resto, so di almeno un deputato liberale che mi invia la sua circolare settimanale, ha raccomandato tale scelta pure lui.

Cordialmente, Tullio

Maria Guida Urbani
Maria Guida Urbani
17 Settembre 2020, 15:24 15:24

Voto NO perché voglio essere libera di scegliere chi va a governare. Voto NO per dare una lezione ai 5* che hanno tradito il popolo che l’ha votato. Avevano promesso di aprire l’Italia come una scatoletta di tonno e ci si sono infilati dentro con tutte le scarpe. Sono degli inetti, degli incapaci dei quaquaraqua attenti solo alla poltrona sui cui siedono. Insieme al PD stanno portando l’Italia alla rovina e questa è un’altra ragione per votare NO

BUNNIE
BUNNIE
17 Settembre 2020, 8:45 8:45

Non sono favorevole al no.
Per motivi tattici, il si vincerà, e questo verrà interpretato come una vittoria del 5stelle, meglio essere fra i vttoriosi e non fra gli sconfitti.
Per motivi pratici, il risparmio è irrisorio ma comunque tutto fa e il messaggio è che almeno ci si prova a modificare una situazione statica che non piace all’ elettorato.
Non penso che la rappresentatività del parlamento abbia a soffrirne, ci sono fulgidi esempi nel mondo democratico di parlamenti con meno eletti che fanno egregiamente il loro lavoro.
Che il centrodestra ultimamente non abbia brillato per gladiatorie opposizioni penso che derivi da un prudente calcolo politico per cui, in una situazione così difficile derivante dal virus, è meglio criticare che fare.
Il difetto di questo governo lo vedo nello statalismo, giustizialismo,amore per la burocrazia, dilettantismo ,atteggiamento antindustriale , assistenzialismo.

Mimmo
Mimmo
17 Settembre 2020, 1:17 1:17

Io voto SI perché sono un cittadino libero dai vincoli di partito. Le proposte di legge cosi come le iniziative politiche ho la “malsana” abitudine di leggerle. Non aspetto che qualcuno fingendosi “Santone” mi venga a dire cosa io devo fare. Faccio quello che ritengo opportuno nell’interesse mio e di tanta gente che vive ai margini di un sistema voluto dai falsi predicatori. Qualunque sia l’esito del referendum le cose rimarranno tale e quale e i cambiamenti saranno solo quelli voluti dal potere e mai su volontà popolare. Non sono ne di sinistra ne di destra. Sono solo un padre di famiglia che vorrebbe vedere crescere i propri figli in un sistema giusto dove chi ottiene un titolo di studio lo ottiene perché è preparato e non perche è figlio di…. Un sistema in cui ottenere un posto di lavoro lo si ottiene perche sei capace. Mi rendo conto che Nessun partito si muove a beneficio della comunità. Se fosse cosi non saremmo qui a commentare. Tralaltro Non esiste la politica corretta o scorretta. Esiste un popolo che ha facoltà di scegliere se essere codardo o coraggioso, intelligente o deficiente. Operoso o fannullone.

marcor
marcor
17 Settembre 2020, 0:24 0:24

La solita solfa della centralità del parlamento. Il no non ha ragioni.

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

12 e 13 Luglio 2024 a Bari

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli