Renzi, stacca la spina - Seconda parte

Condividi questo articolo


Che senso ha, quindi, per il leader di Italia Viva continuare a restare in questa Armata Brancaleone, non certo per salvaguardare la poltrona inascoltata della Bellanova o della ministra della famiglia, Elena Bonetti, peraltro mai intervenuta con proposte sensate, o quella del sottosegretario alla Farnesina, Ivan Scalfarotto, che per primo ha parlato della fragilità della coalizione di maggioranza. E non può essere che continui a mettere il suo sigillo su questa accozzaglia di azzeccagarbugli, come fu per la prescrizione, solo per paura delle elezioni, che tanto non ci saranno, o per potersi sedere al tavolo delle prossime nomine.

La speranza è che Renzi riesca a rimettere in moto la politica e non permetta che Giuseppi si faccia il suo partito di manettari e diventi un dittatorello sudamericano. La brillantina e i capelli tinti li ha già, auguriamoci che non si faccia crescere anche i baffi. Anche perché, più che altro, correrebbe il rischio di ricordare Charlie Chaplin nel Grande dittatore.

Luigi Bisignani, Il Tempo 12 aprile 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


5 Commenti

Scrivi un commento
  1. Renzi stacca la spina???? ma di quale grullaggine parlate, se staccasse la spina gli toccherebbe cercarsi un lavoro, ma come si può scrivere una sciocchezza del genere. Si correrebbe il rischio che si vada a votare e Renzi prenderebbe manco il voto del su babbo.

  2. Caro Bisognani,
    In quel suo ‘Cosa deve succedere’ con cui apre l’articolo immagino una sua vena di ironia.
    La mia spiegazione molto poco elegante potrebbe essere: “‘Contropartita e occasione”. Fino ad allora non può fare altro che aspettare costi a noi quel che ci costi.

  3. Porro ha oramai la bava alla bocca quando parla di Conte…. è come una volpe con la rabbia che ringhia. E nelle trasmissioni ? Ancora peggio….
    Porro datti una calmata e fatti un vaccino antirabbico …
    Voglio vedere se invece di Conte trovavamo la Meloni e Salvini (i 40 e rotti milioni e l’affare Russo, te ne ricordi Porricino ?), sono sicuro che spendeva parole dolci come il miele sebbene la coppia sia Cintura nera di cazzate ……

  4. mattarella meridionale giuseppe meridionale giggino meridionale ma che ***** si puo’ pretendere da questi emeriti impreparati 1 non parla l’altro sembra gesu cristo l’altro ancora non si fa piu’ vedere nordisti tirare fuori le palle questi sono come il mezzogiorno soldi solo soldi poi e’ lo sfacelo

  5. quando si dice ossessione fatale…lolol,,22 articoli tra prima pagina e politica su Conte…manca il colore die calzini poi c’e’ tutto……ecco cosda sucecde quando qualcuno le canta al capitano e non silimita alle solite domandine addomesticate o a far tintinnare le nacchere…lololol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *