in

Fine emergenza mai

“Rispediamo le mascherine al ministro”. La rivolta dei genitori a scuola - Seconda parte

Dimensioni testo

: - :

Una immunità naturale la quale, così come ci è sempre stato spiegato dai virologi più inclini allo studio che non ai salotti televisivi, nei riguardi di altri analoghi virus, come ad esempio quello influenzale, costituiscono una importante barriera protettiva pure nei riguardi della componente più fragile della popolazione. E’ quello che Ilaria Capua, prima che entrasse anch’essa nei circolo degli scienziati allarmisti, ci spiegava che accadesse da sempre nei riguardi dei medesimi virus influenzali. Una sorta di effetto semaforo rosso che si realizza consentendo a questi ultimi di circolare tra chi nel 99,9% dei casi lo prende in modo asintomatico o paucisintomatico. 

Una filosofia che in Europa è stata adottata sin dall’inizio dell’eretica Svezia, seguita dopo un lungo periodo e alla spicciolata dal resto dei Paesi europei, tranne l’Italia di Speranza e Ricciardi.  Tant’è che siamo gli unici nel Vecchio continente che impongono la mascherina a scuola. Forse a questo punto il Paese una domanda in tal senso dovrebbe porsela. Sicuramente lo stanno già facendo i tanti genitori e insegnanti in rivolta nella provincia di Bologna.

Claudio Romiti, 8 maggio 2022