in

Se i giallorossi perdono, non ci fanno votare

Dimensioni testo

Se non facciamo i bravi, non ci fanno votare. È il senso del discorso del consulente del ministero della Salute, Walter Ricciardi, secondo il quale, qualora il trend dei contagi aumentasse, sarebbero a rischio riapertura delle scuole ed elezioni. Poi l’ex attore si è giustificato in modo maldestro: “Parlavo di altri Paesi”. L’impressione è che questi qui stiano alzando sempre più l’asticella, per vedere fin dove riescono a spingersi con la tirannide sanitaria.

Visto che l’inciucio tra Pd e 5 stelle, l’unico che poteva arginare il tracollo alle urne, non si sta concretizzando, grazie alla resistenza dei grillini sui territori, qualcuno comincia a pensare di fermare persino il voto, con la scusa dell’emergenza. La realtà supera l’immaginazione e persino le critiche più feroci (come quelle che avevo mosso in questo articolo). E pensare che un anno fa ci preoccupavamo dei “pieni poteri” (virtuali) di Matteo Salvini

Alessandro Rico, 20 agosto 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
94 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Angelo
Angelo
23 Agosto 2020 11:35

posso immaginare, quale siano state le ” accurate indagini ” e i ” sopralluoghi “.

Angelo
Angelo
23 Agosto 2020 11:33

ho dato due risposte, perché non sono state pubblicate ?

Franco
Franco
21 Agosto 2020 17:14

Rico ministro per la riforma elettorale subito!

lotenzo van perg
lotenzo van perg
21 Agosto 2020 13:42

questa e’ una bufala solo pari a quella della sicula che per parecchi giorni comparve in articoli e in video sul Giornale a lamentarsi che gli emigrati le avevano mangiato i cani..ed avevano fatto spogliarelli osceni ..Dopo accurate indagini e sopraluoghi..e’ stata denunciata per procurato allarme..e dato che buna parte delle costruzioni dove abitava erano abusive..intimata a demolirle..Cosa non si fa per la notorieta’..per l’aiuto economico o per l’amore al partito…Ahhh gia dimenticavo i CC sono comunisti ed e’ stata denuncia ad orologeria…lolololol

Tannino
Tannino
21 Agosto 2020 12:06

Hai detto bene: stanno spostando sempre più l’asticella, per vedere con dove riescono a spingersi con la tirannide sanitaria. Io ho avuto a che fare con il fenomeno del complottismo e direi che andrebbe studiato, perché è stato preso molto sotto gamba da tutti. Il far dilagare la bufala della Terra piatta, che infatti ha attecchito sui suoi seguaci (i famigerati terrapiattisti), ho sempre pensato che fosse un esperimento sociale, volto a comprendere a che livello fosse l’istruzione della massa e pertanto vedere fino a che punto la creduloneria di essa potesse arrivare, probabilmente per degli scopi ben precisi. Sapere certe informazioni, fare statistiche e soprattutto vedere le diverse reazioni sui social, tra chi propugnava strenuamente il Grande Inganno, la scienza di regime, l’istruzione-indottrinamento e tutte le boutade scientifiche (cioè antiscientifiche), e coloro che cercavano invano (tra cui il sottoscritto) di far capire che boiate stessero seguendo, era un sistema per studiare il livello di senso critico, di cultura e di attenzione a certi paradossi. Inoltre da ciò si può desumere il livello di litigiosità della massa, tale da far presupporre che il “divide et impera” è ancora una via tranquillamente praticabile ed anzi ancor più efficace di prima, se si solleticano gli animi. Infatti in tutte le discussioni e diatribe, le due “fazioni” rimanevano invariabilmente sulle rispettive posizioni, tra… Leggi il resto »

Sandro Cecconi
Sandro Cecconi
21 Agosto 2020 12:05

Anche ieri sera la trasmissione “Stasera Italia” ha inanellato altro disastro di dichiarazioni da parte di un ospite che definire bufale è davvero poco. Il tutto con il silenzio assordante della conduttrice.

E questa sarebbe informazione? Un programma di approfondimento?
Tale e quale all’altra in programma su altro canale.

Ormai l sistema dell’informazione per salvarsi deve raggiungere il punto più basso che evidentemente ancora non lo ha trovato pur vendo toccato il punto più basso infernale.

Pertanto trovo giusto e logico che d’ora in poi i vari editori inizino a fallire senza ricevere più gli aiuti di stato.

E che vinca il migliore ovvero il coraggio di un qualsivoglia editore che riscopra il significato di merito e meritocrazia.

Sempre più schifato.

Giuseppe Spotti
Giuseppe Spotti
21 Agosto 2020 8:04

L’italiano è un popolo ingovernabile

Joseph Cavallari
Joseph Cavallari
20 Agosto 2020 22:56

Buongiorno, buon pomeriggio e buonasera a tutti voi!

Finché il nostro “Golden Boy” continueerà ad allertarci ed informarci con questi interventi di valore e di spessore appare sempre più chiaro ed evidente che sarà Alessandro Rico l’erede designato giornalisticamente parlando del nostro insostituibile e non omologabile Maestro Nicola.
Avevo detto solo ieri che L’Italietta é solo sostanzioalmente una Repubblica Parlamentare commentando l’articolo di Corrado Ocone intitolato: “Perché Salvini deve puntare su Draghi.”.

Un saluto affettuoso a tutti e buona estate per quanto possibile.

Visitate la mia pagina Facebook: “Nicola Porro i migliori contenuti selezionati da sito personale.”.