Commenti all'articolo Lettere a Lucillo (Seneca)

Torna all'articolo
Avatar
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Maria francesca
Maria francesca
9 Febbraio 2021 22:00

Un saluto.

A.L.
A.L.
2 Febbraio 2021 18:30

Articolo prezioso. —- Se nella attuale società avessimo studiato e ricordato di più filosofia, letteratura, storia (possibilmente non quella raccontata dal pensiero unico!), le etimologie, eccetera, non saremmo a questo punto. Il brano di Seneca citato, e tanti altri insegnamenti del passato, se fossero divenuti parte di noi sarebbero stati prevenzione, cura e vaccino non contro il covid, ma contro la follia da covid, sarebbero state scudo contro l’induzione di essa. E già al primo criminale che avesse buttato giù una statua o tentato di non far studiare Dante e Shakespeare all’università e preteso di cancellare la nostra cultura e il ricordo del passato, saremmo insorti come un sol uomo. Non saremmo in questi guai. Ma poi penso a quello che hanno prodotto le società anche le più colte, le più evolute, nel corso dei secoli: valori e capolavori ma -per esempio ottant’anni fa e cent’anni fa, nel cuore rispettivamente occidentale e orientale della civilissima Europa- purtroppo anche follie totalitarie e crudeltà senza pari. E allora penso che periodiche folate di follia sono prodotte dalle società e si abbattono su incolpevoli esseri umani dei quali altri esseri (in)umani diventano carnefici. Per quanto dobbiamo studiare (anzi, di più) e ricordare (sempre), dobbiamo anche tener conto del fatto che l’umanità ha in sé una miscela esplosiva di bene e di male e… Leggi il resto »

Nella
Nella
28 Gennaio 2021 10:25

Le mascherine SERVONO se non altro ad evitare raffreddamenti e fenomeni parainfluenzali,purtroppo il loro uso ha dei limiti….non serve a limitare il diffondersi di sciocchezze (e mi sto limitando nell’uso di altri sostantivi)

Laval
Laval
28 Gennaio 2021 6:27

Le malattie fanno parte della vita umana, tuttavia alla mattina occorre alzarsi per procacciare il cibo, se non lo fai sei già morto.