Senegalese dà fuoco a bus con scolari. Com’è potuto accadere?

Hai precedenti per guida in stato d’ebbrezza? Hai una condanna per abuso dei minori? Magari progetti un attentato a Linate per la chiusura dei porti? Bene, allora hai tutte le caratteristiche per poter guidare il bus della scuola. Non è una barzelletta, ma la realtà.

Mi riferisco alla drammatica notizia di giornata: un senegalese di 47 anni con i precedenti sopra elencati, mentre era alla guida del torpedone che riporta i ragazzi a casa dopo la scuola, ha iniziato a farneticare di un attentato a Linate e più tardi ha dato fuoco al bus. Provvidenziale l’intervento della polizia, avvisata per telefono da uno degli studenti a bordo. Sarebbe potuta essere una strage.

È un assaggio di ciò che attende nel prossimo futuro?

Condividi questo articolo

16 Commenti

Scrivi un commento
  1. L’ attenzione deve restare sul Senegalese, il quale ha sbagliato indirizzo. Se davvero è Panafricanista convinto, avrebbe dovuto prendersela con la Francia di Macron, che sfrutta alla grande il suo paese( cfr. falsa moneta CFA !); avrebbe dovuto partecipare alla Manifestazione Panafricana di M.KONARE'( io, bianco, c’ero; e Lui, negro, dov’era ?); avrebbe dovuto appoggiare il programma comune ( Konaré- Salvini) : In Africa, prima gli Africani; come in Italia, prima gli Italiani. Infine, avrebbe dovuto smascherare l’ ipocrisia del Pd, che ha il solo obiettivo, per stare a galla, di innalzare la logora bandiera dell’ Antirazzismo e dell’ Antifascismo.
    Io, razzista, sto per la Razza Negra, contro la Razza Francese, e contro la Razza dei Sepolcri Imbiancati !”

  2. Moltissimi anni fa io sostenevo che stavamo importando, con l’accoglienza, le GUERRE RAZZIALI. Nemmeno RAI STORIA ha mai messo a fuoco questo pericolo e cosa ci si può attendere e che abbiamo già visto alla fine del 1800 ad Haiti. C’erano bianchi ricchi e nobili e bianchi poveri, poi c’erano i mulatti e i neri. I neri e i mulatti si odiavano e i bianchi producevano mulatti ma solo tra uomo bianco e donne nere. Poi ci fu la rivoluzione e i neri si allearono con i mulatti e ..cosa successe è, per noi, di una tale spaventosa brutalità e violenze di ogni tutpo che è impossibile riferire. Noi siamo già a buon punto. Il nostro uomo che ha tgentato la strge dei bambini, ha la nazionalità italiana ma è rimasto africano nero e il suo gesto lo dimostra. Non gli è bastato sposare un abianca e avergli fatto fare due figlio per averne fatto un italiano. Meditate gente medidati.
    PS. scusate gli errori che non riesco a correggere

  3. Che dire di più? Il panorama di commenti,è esauriente.Però,tra i tanti,ce n’è uno
    che,oltre me,pochi condivideranno,perchè ormai,siamo intrisi di buonismo e solo
    dei fatti tremendi, come poteva essere questo,sarebbe servito a vedere le cose
    con realismo. Un tempo,davanti ad un fatto come questo,il “reprobo” si beccava un fracco di legnate (e qualche cazzotto dalla Benemerita).Ora,anzichè chiudere un occhio,denunciano i malcapitati.Certo,non si può ammazzare una persona,ma
    qualche cazzotto,ogni tanto ci vuole.

  4. In un paese civile il soggetto sarebbe stato abbattuto sul posto… Noi da cr*etini invece “nessuno tocchi Caino”. Mi scandalizza l’idiozia della Chiesa moderna cattocomunista che preferisce questi ominidi di fede islamica alle persone civili. Spero capiti a quelle persone che sostengono questo modo di “pensare”, così potranno godere dei loro frutti… Da istruttore di arti marziali, mi fa schifo pensare di dover subire senza avere la possibilità legale di reagire come si deve; da Cattolico dico che la difesa della propria vita vale più di quella di chi te la vuole togliere. È necessario rivedere il ns. Sistema penale e dare il via libera alle ns forze dell’ordine per applicare la legge marziale, alla faccia dei sinistr*nzi e di tutta la marmaglia togata marxista. Maledetti. Se su quel bus ci fosse stato uno dei mie figli, avrei voluto terminare la schifosa vita di quell’essere immondo alla guida dello scuolabus. A chi mi maledirà per queste mie parole, ricada sulla sua testa. Amen

  5. Società la nostra molto complessa…piuttosto fuori controllo…tendente ahinoi al peggio…!…
    https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  6. Vietare i mezzi pubblici, subito!
    Questo episodio e quello di Utrecht mostrano come i mezzi pubblici siano un chiaro strumento dei terroristi, senza il quale non potrebbero fare queste cose.
    La provocazione sul modo di (s)ragionare della premier neozelandese e dei “democratici” di tutto il mondo è ovvia ma solo parziale: i mezzi pubblici obbligano a mettersi nelle mani di chissà chi.
    I mezzi privati permettono di mettersi nelle mani di sè stessi o di chi si conosce.
    Questa postilla per gli amanti de “bisogna potenziare i mezzi pubblici e disincentivare le auto”.

  7. “guida del torpedone che riporta i ragazzi a casa dopo la scuola, ” va bene l’abbiamo capito quello che non si capisce è come abbia avuto questo incarico, assunto da chi?

    • ai miei tempi quando venivi assunto dovevi presentare il certificato penale così sapevano a cosa andavano incontro a inserirti nelle aziende

      • Giammai ora non più…potrebbe ledere onorabilità di futuro terrorista…
        https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  8. E accaduto che le seconde generazione degli islamici sono purtroppo di istinto jaidista e prima di concedere la cittadinanza italiana e accettare la presenza italiana, vanno viste le origini della persona e da diverse generazioni.
    Chissa perchè il terrorismo è quasi sempre di natura islamica. Se uno al primo posto mette la religione, significa che il livello intellettivo è basso ed è un tipo pericoloso. I fanatici non li voglamo.

    • Già.
      E’ accaduto che le differenze culturali esistono, sono importanti, sono poco conciliabili, e sono frutto di millenni di storia.
      Ma gli scienziati del “siamo tutti uguali” dicono che tutto questo non esiste perchè non c’è un paper di Burioni a confermarlo.

  9. Quanto accaduto è di una GRAVITÀ SENZA PRECEDENTI. Suggerisco a PD e cattocom vari di evitare di dare colpe a Salvini è facezie simili. Non farebbero altro che perdere ulteriori voti!!!!

  10. Sarebbe abbastanza facile sistemare questi ********. Basterebbe utilizzare i metodi che si usarono contro i mafiosi: non possono non sapere. Mi riferisco ai familiari e amici di questi “bastardi”. Quando qualcuno compie atti terroristici si prende, familiari, amici, parenti e li si mettono su una “tinozza” di questi stronzi delle ong e li si mandano al loro paese. Si sequestra tutti i loro beni e si mettono a disposizione delle vittime. Credo che in questo modo la maggioranza di loro – i bastardi – verrebbe ammazzati dai familiari e affini. Mi sono reso conto che per entrare in politica bisogna essere o analfabeti, oppure ignoranti come capre vedi i grillini, la sinistra e intellettuali ( ) vari.

  11. Solitamente mi ritrovo nei suoi articoli.
    Questa volta resto perplessa!
    Sinceramente crede che se avesse voluto uccidere non lo avrebbe fatto?
    Bastava accellerare….
    Bastava premere il grilletto…
    …ah! Per i suoi fans non sono del PD!
    Ho una testa indipendentemente dalle vostre posizioni politiche

    • … forse perchè voleva andare fare un attento a Linate?
      Lo vada a raccontare ai ragazzini terrorizzati che non voleva uccidere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *