Commenti all'articolo “Sfigati”, Di Maio insulta i cattolici

Torna all'articolo
Avatar
guest
22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
mauriZio
mauriZio
18 Marzo 2019 21:24

“dal di’ che nozze, tribunali ed are diero all’umane belve esse pietose di se stesse ad altrui…” chissa’ se questo famoso sia stato mai studiato dal viceministro del “popolo” e da chi lo ha votato !?

Roberto
Roberto
16 Marzo 2019 16:35

Volevo astemermi dal commentare e il Sig. Giulio non ha fatto altro che confermare che la mia tesi era giusta.
Tutti i liberisti confondono il pregiudizio con l’anatema, l’opinione con l’oggettività, l’articolazione del periodo con quella delle idee.
Bravo Sig. Giulio, con il suo commento non fa che confermarmi che noi del Family Day abbiamo ragione, perche’ siamo noi i veri liberisti , i veri futuristi. Combattiamo infatti tra l’altro per il diritto di nascita anche di chi eventualmente, da adulto, diventerà una testa di *****. Ossequi.

Giulio
16 Marzo 2019 16:02

Al di là dell’espressione non proprio istituzionale Di Maio dice una cosa vera: chi si riunirà a Verona è un manipolo di retrogradi che pensano di vivere ancora nel medioevo e che credono che il ruolo della donna doveva sia ancora rimanersene a casa ad occuparsi della famiglia (non vi siete mai chiesto perchè in Vaticano le donne non contano niente?) Sono persone che pensano che ogni organizzazione sociale diversa dal classico clichè papà-mamma-figlio in perfetto stile Mulino Bianco sia una minaccia per l’umanità intera. Comunque temo che anche qui assistiremo alla patetica ed ipocrita sfilata del Family Day, dove buona parte dei politici che vi avevano aderito erano divorziati, fedigrafi, assidui clienti di prostitute e anche omosessuali più o meno repressi.

AndreaSalvadore
AndreaSalvadore
14 Marzo 2019 23:27

Non so cosa sia sfigato, certo non é una parola che si usava durante i miei anni di di studi inferiori e superiori in Italia, deve essere un modernismo di persone di scarso vocabolario. Lidea di un congresso della famiglia mi sembra un errore storico maggiore, perchá nella casa di mia nonna vivevano tre generazioni ed alcuni parenti stretti ed ggi le famiglie vivono in coppie in spazi rstretti come animali in gabbia. La maggior parte delle nostre nonne veniva sposata per questini di interesse ed alcune anche minorenni, oggi ci si sposa per tutto un inventario di ragioni tra le quali primeggiano l’amore, o forse l’amore dell’amore, e l’esaltazione ormonale. In veritá non consco famiglie similari tra loro tanto per relazioni sentimentali tra i membri come per costituzione, e questo lo posso affermare per le famiglie dei miei migliori amici di gioventú.La formazione di comununitá familiari ha variato attraverso i secoli in maniera drastica come dal Paerfamilia deiRomani alle coppie e figli rinchiusi in spazi ristretti come animali in gabbia. Quando i genitori di una famiglia sono legati da ideologie religiose troviamo spesso tragedie come furono ben esplorate dallo storico sociale Lawrence Stone nei suoi tre libri: “The road to divorce,England 1500-1987·”, “Uncertain Unions: Marriage in England 1600-1753″, Broken Lives: Separation and Divorce in England 1660-1857”. La vera sfida… Leggi il resto »