Cultura, tv e spettacoli

Sia lode a Ilenia Pastorelli che preferisce il bonifico al MeToo

L’attrice a Belve confessa: “Scene hot? Se arrivano i soldi sono sempre a mio agio”

ilenia pastorelli

Dopo il #MeToo, le scene di sesso nel cinema sono diventate una sorta di pericolo numero uno dei registi e dei produttori. Guai a non prevedere un “manager dell’intimità” che gestisca i momenti di nudo e le effusioni di fronte alle telecamere nel pieno rispetto di tutti i partecipanti. Siamo arrivati al punto, paradossale, che Ewan McGregor e Mary Elizabeth Winstead durante le riprese della serie “A Gentleman in Moscow” su Paramount si sono avvalsi di questa figura professionale nonostante siano sposati nella vita reale. Sia lode dunque a Ilenia Pastorelli, attrice, che a Belve ha confessato di infischiarsene beatamente e di sentirsi sempre a proprio agio perché quel che conta è il conto corrente a fine mese. “Se arriva il bonifico sono sempre a mio agio”. Cinica, ma giusta.

E va bene, forse stava giocando. Forse stava scherzando, con auto-ironia, quando a Francesca Fagnani ha confessato di non vedere per quale motivo non buttarsi anche su Only Fans, magari per vendere qualche fotografia dei piedi, perché “i bonifici non si rifiutano mai”. Ma l’attrice non è nuova a una lettura poco politicamente corretta del MeToo e delle molestie nel cinema. Qualche anno fa, era il 2018, ammise che qualche “atteggiamento scorretto” da parte dell’uomo esiste, anche se a lei non era mai capitato, però “anche quando non avevo una lira e non ero nessuno” alle molestie è sempre bastato “dire no”. E denunciare, ma subito, non dopo venti anni perché “questo mi crea perplessità”. “Capisco che si può provare vergogna. Ma per rispetto per se stesse, e per le altre donne, bisogna denunciare subito”, anche a costo di perdere il lavoro della vita perché “non è mica obbligatorio fare l’attrice”. “E se quel produttore ti minaccia di non farti lavorare, gli dici: va bene, io intanto ti vado a denunciare, tu fa un po’ come te pare! Arrivederci e ciao”. Che è un po’ come dire: se mi arriva il bonifico, perché dovrei essere a disagio a fare scene di nudo?

Franco Lodige, 17 aprile 2024

Nicolaporro.it è anche su Whatsapp. È sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati (gratis).

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

12 e 13 Luglio 2024 a Bari

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli