in

Strage d’imprese, reddito a picco: benvenuto, 2021! - Seconda parte

Dimensioni testo

Perché i dati consolidati si fermano al terzo trimestre del 2020 e si arriva a quella data applicando un +0,11% a partire da questo finale del 2020. Impossibile! Infatti, in questo trimestre conosceremo un’altra terribile caduta del Pil, sempre a causa delle zone gialle, rosse o arancioni. Capite cosa vuol dire aspettare il 2040 per avere il reddito del 2008? Che a più di una generazione, fra le quali la mia, sono stati tolti sogni e prospettive.

Esiste un solo modo per recuperare in parte il tempo perduto. Lo dobbiamo ai nostri figli. Ricostruire il nostro Paese come accaduto dopo la Seconda guerra mondiale. Mettendo in circolo la moneta che serve. La nostra. E mollando per sempre questo inferno. Di questo passo e dentro la gabbia dell’euro faremo la fine dell’Argentina. Paese indebitatosi con una moneta non sua. Il dollaro. Come appunto noi con l’euro.

Fabio Dragoni, 1º gennaio 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
40 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Marina S.
Marina S.
3 Gennaio 2021 19:26

Una seria riforma della Pubblica Amministrazione che allochi meglio le risorse, migliorando la produzione dei servizi e allo stesso tempo contenere le sprechi sarebbe essenziale in questo paese. Ma non lo si farà mai, anzi ci saranno sempre soldi e gambe per correre per gli inutili e costosi navigator, per i personaggioni alla Mr. Parisi e smili…
Dopo tutto il nostro è un paese strano…
Ci sono molte persone per cui questo paese è il bengodi, e siccome esse sono politicamente più forti, nulla cambierà.
Però non tutto è perduto, prima o poi arriverà l’Europa (che giustamente non si fida di noi) a commissariarci e ristrutturare il nostro debito in quanto noi non siamo capaci a gestire al meglio le nostre finanze ed esprimere una classe dirigente adeguata e con una visione…
Non lo so, sinceramente non mi piace l’idea che sia l’UE a ristrutturare il nostro debito ed usare il loro punto di vista, ma la speranza è morta. Forse non c’è davvero altra via che diventare un protettorato a tutti gli effetti per questo (non)paese.

Mara
Mara
3 Gennaio 2021 1:37

mi stavo giusto chiedendo a proposito della “pioggia” di soldi che dovrebbero investire per le imprese dei giovani e delle donne
ecco se per esempio volessi aprire un’impresa ma ovviamente non è che possa fare tutto da sola e siccome non vorrei aprire un’impresa di mascherine o gel per dire, ma mettiamo il caso di qualcosa relativo a beni o attività “non essenziali”, qualcuno del Governo mi spiega come fa un imprenditore a lavorare se ogni due giorni chiudono le attività “non essenziali” e i settori correlati?
per esempio se io devo fare una produzione rispettando dei tempi e mi chiudono artigiani, fabbriche, distributori ecc. la mia impresa è già fallita prima di iniziare a meno che non voglia buttare i miei fondi
senza le fiere per esempio moltissime aziende non possono presentare i loro prodotti ai rivenditori o anche ai clienti
e siccome parlano di chiudere e limitare fino al 2022 e oltre, chi potrà mai pensare di fare impresa in questa situazione?

giùalnord
giùalnord
3 Gennaio 2021 1:26

Emblematico il discorso di fine anno di Mattarella:”Bisogna iniziare a costruire!
Va bene signor Presidente ma non con la stessa classe politica che ha raso al suolo l’economia italiana,quella giallorossa.
Un po’ di dignità a volte rende l’uomo grande.

Guido Moriotto
Guido Moriotto
2 Gennaio 2021 20:18

Imbroglioni, finti buoni propositi e vere prese in giro.
Sono in partenza 50.000.000 di cartelle esattoriali inviate da Agenzia delle Entrate-Agenzia per la Riscossione.
Demenziale che in questa situazione il governo consenta queste ulteriori prelievi fiscali aggravando una già devastata situazione economica per le aziende e i lavoratori autonomi.
Mattarella tace? Questa volta non passerà inosservato un atteggiamento da Ponzio Pilato.

German
German
2 Gennaio 2021 16:30

La cifra di 70.000 decessi non è convalidata da prove, per cui è campata in aria, come i sondaggi che giornalmente si leggono.
È invece un dato di fatto la scomparsa di 390.000 imprese, più la perdita di 200.000 partite iva, che comporteranno un aumento spaventoso di disoccupati e di nuovi poveri.
Contro 420 miliardi perduti, il governo ha risarcito alle imprese solo il 7%?
Tra vent’anni, se non scoppierà prima una rivoluzione, avremo solo aumentato il debito pubblico.

stefano
stefano
2 Gennaio 2021 9:24

Ancora sei mesi apri e chiudi e salta tutto:negozi bar ristoranti e alberghi palestre e quant’altro.
Il 70 % degli incassi i bar e i ristoranti lo fanno dopo le 18,00 aperitivi e ecena soprattutto nel week end. Sei mesi e salta tutto.Oppure chiudono e riaprono all’estero dove hanno le idee chiare ma soprattutto dove gli aiuti economici sono rapportati alla perdita del fatturato vedesi Francia e Germania e Spagna per dirne 3.
Impossibile andare avanti a questo modo.

Laval
Laval
2 Gennaio 2021 8:57

Per rimetterci in piedi abbiamo bisogno della libertà di muoverci e di poter usare la nostra capacità inventiva. La sudditanza franco tedesca non va bene, non esiste la coesione razionale che ci divide più di prima della nascita UE. Tra gli svariati discorsi pronunciati dal Presidente della Repubblica e di Conte, tra le righe si nota la visione di un mondo che cambia e in che modo non ci è dato saperlo perché non lo sanno neanche loro, non sanno che cosa dire in quanto non vengono interpellati nelle scelte da fare a livello Europeo. L’evidente incapacità di questo governo ha relegato gli italiani al livello di sudditi obbedienti e lecca brache. Dell’ignoranza politica lo abbiamo compreso tutti e avrebbero dovuto porvi rimedio apportando nuove soluzioni valide sul piano condiviso UE, nuove critiche costruttive lottando per esse, non le hanno mai avute. Vero è che questo governo nasce anche per volontà franco-tedesca, ma avere obbedito supinamente ad ogni loro decisione, anche quando ci hanno raggirato e depotenziato volontariamente non poteva che avere il risultato che abbiamo. I cani gialli e i gatti rossi, “i ca-ga” dimostrata la loro incapacità nel fare, il mancato adeguamento alla posizione che ricoprono, la mancanza di punti fermi rinnegati continuamente con falsità oscene, la supponenza proterva dimostrata verso i cittadini, l’incompetenza li ha spinti oltre… Leggi il resto »

Leonardo
Leonardo
2 Gennaio 2021 8:16

Ma l’invasione dei migranti che fine ha fatto?
Non c’è più? Era una balla? Non erano un milione?
O un miliardone? O un bugiardone?