Una risata seppellirà l’Avvocato del Popolo - Seconda parte

Condividi questo articolo


Definito il profilo, la prima scelta del Premier fu quasi obbligata, bisognava fare in fretta, quindi un Conte Bis. C’era però un problema: la sua dignità di Avvocato del Popolo. Come poteva chi era stato Premier prima, compiendo tutta una serie di (osceni) atti politici in luogo pubblico, accettare un incarico esattamente opposto, senza provare vergogna? Accettò. La carica manuale a molla aveva funzionato. La perdita di dignità fu ben assorbita, sia da chi aveva fatto l’oscena offerta, sia da chi l’aveva accettata. Il “degrado” politico di entrambi i contraenti si era compiuto, ed era stato certificato.

La “risposta antifascista” sul breve aveva funzionato, ma nella pratica era rimasto un problema. Come arrivare al 2022 (sic!) con un Conte Bis ridicolizzato da tutti? In termini managerial-organizzativi riuscirci sarebbe una grande impresa. Non vorrei perdermela. Rannicchiato sul divano ascolterò compunto la storytelling che la “Bestia” dell’Establishment via via, senza vergogna, mi propinerà. La subirò, sorridendo.

Riccardo Ruggeri, 16 novembre 2019

Zafferano.news

Un commento

Scrivi un commento
  1. se qualcuno di quei signori che scrivono avesse letto l’uomo senza qualità lo aiuterebbe a capire il gioco degli specchi della politica!!!

One Ping

  1. Pingback:Bomba di Prodi sulla sinistra - Nicola Porro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *