Articoli

Viva Donald che premia la curva della libertà - Seconda parte

Così lo spiegava Laffer in diretta, mentre era tra i consiglieri che elaboravano la drastica riduzione trumpiana di 15 punti delle imposte sulle imprese, accompagnata da una convinta deregulation: “La funzione di stimolo all’economia sarà notevole, le aziende investiranno, assumeranno, pagheranno meglio i dipendenti”. È quello che sta avvenendo: in America c’è la sostanziale piena occupazione, il Pil e i salari continuano a crescere. Laffer è anche la dimostrazione fisica che Trump non è quell’alieno populista rispetto alla tradizione repubblicana che ci hanno raccontato gli inviati (dai loro salotti) dei giornaloni nostrani, ma all’opposto è il punto di arrivo di una storia coerente nella destra americana. Semplificandola: meno tasse, più ricchezza, più libertà.

Giovanni Sallusti, 20 giugno 2019

PaginaPrecedente
PaginaSuccessiva
Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli