Commenti all'articolo Zeffirelli, una mosca bianca nella cultura italiana

Torna all'articolo
Avatar
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
cir
cir
24 Giugno 2019 14:29

condivido !!

Menanni
Menanni
16 Giugno 2019 16:43

In Italia, nella nazionale e cattolica consapevolezza che crepare tocca a tutti, difficilmente si leggono giudizi tanto sprezzanti nei confronti di un morto.
Poi, se uno constata che tra gli stimati registi che tu annoveri nel tuo empireo della settima arte non c’è manco un italiano a pagarlo oro, allora capisce tentennando gravemente il capoccione che tu non sei italiano, ma sei “de’ sinistra” e allora l’uno di cui sopra si mette il cuore in pace e archivia l’ennesima ciofeca.
De profundis…

Tullio Pascoli
Tullio Pascoli
16 Giugno 2019 2:54

Da agnostico, credo di poter dire che la cultura italiana, una volta liberata dalla deleteria egemonia collettivista, riconoscerà il debito che ha contratto con un imprenditore dello spettacolo che, al contrario, non solo non guardava a sinistra, ma si dichiarava pure di essere cattolico.

Ci penserà la storia che lo ripagherà.

salvatore
salvatore
16 Giugno 2019 0:56

Zeffirelli e Guareschi, entrambi emarginati e vituperati dalla Razza Superiore Intellettuale Egemone della Sinistra. Egemonia culturale e politica, la stessa che augurava la morte a Berlusconi, alla Fallaci, e ancora oggi a Salvini per mano di sacerdoti indegni e del tutto rimbecilliti !