Commenti all'articolo Crisi di governo, cosa succederà

Torna all'articolo
Avatar
guest
61 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Niccolò
Niccolò
16 Gennaio 2021 19:24

Chiarissimo e utilissimo il prof!!

Enzo
Enzo
16 Gennaio 2021 15:17

Sono un cittadino che appartiene alla classe media di questo paese che ha più pagato e più pagherà gli effetti della pandemia e della crisi economica. Ma non basta perché in aggiunta ci sentiamo mal trattati intellettualmente e praticamente da questo governo, non siamo rapprenditi e ascoltati e purtroppo neppure Mattarella, che dovrebbe essere un arbitro imparziale, fa rispettare i nostri diritti: di essere rappresentati da una classe politica seria, onesta e fedele ai propri mandati. Ora io detesto i 5 Stelle ma su una cosa mi trovavano d’accordo: il vincolo di mandato.Oggi sono nauseato perché ci prendono per il **** senza che noi possiamo dire loro” avete una faccia come il ****”. Non abbiamo possibilissimo di replica Potremmo creare un movimento #faccia come il ****” e usarlo come Grillo fece con il Vaffa e appiopparlo a politici e giornalisti compiacenti?

Stefano Tassinari
Stefano Tassinari
16 Gennaio 2021 12:51

Grazie per l’intervista al prof. Celotto. Veramente interessante.
E ora commento punto per punto:
1) Si chiamano IRRESPONSABILI (o DISTRUTTORI), così devono essere chiamati dall’opposizione e dai giornalisti nei giornali dell’opposizione e nei talk show. E invece stanno al gioco dei sinistri;
2) si andrà a votare ad aprile … all’1% ; solo se Conte rassegna le dimissioni, e Mattarella NON riesce a costruire un governo di scopo fino al 2023 e l’unica strada diventa il governo elettorale fino ad aprile 2021 (ma con un patto anticipato dx-sx per non far eleggere Berlusconi PdR… escludendo definitivamente i pentastellati);
3) per il voto in Senato dipende se la dx farà una caccia feroce e furibonda per catturare gli IRRESPONSABILI di sx.

aldo
aldo
16 Gennaio 2021 11:31

ci sono le amministrative quest’anno. mille comuni fra cui torino roma ect e quindi si potrà votare con il covid, anche per le politiche