Zuppa di Porro: rassegna stampa del 31 luglio 2020

Il garantista

Condividi questo articolo


00:00 Crollo dell’economia americana: -32,9% rispetto allo scorso anno e la rielezione di Trump è a rischio…

03:00 Facciamo i moralisti su Trump che vuole rimandare le elezioni (cosa che non può assolutamente fare tantomeno né repubblicani né democratici vogliono) mentre in Italia abbiamo un presidente del Consiglio che invece può rimandare tranquillamente le regionali. Ecco la differenza tra democrazia americana e italiana.

04:15 Nel frattempo i giornali italiani si dimenticano di dire cosa è successo ieri in borsa e hanno paura di dire che due titoli come l’Eni e le Generali sono state sospese per eccesso di ribasso.

05:25 Il Wall Street Journal ci spiega invece come sta andando bene la società di Bezos cioè Amazon.

05:56 Salvini dovrà andare a processo e la polemica è tutta su Renzi e sui renziani. Ma Davide Faraone difende il sui partito dicendo che “siamo garantisti veri…” Sì, per le cose loro però.

08:18 E poi ci sono i politologi che dicono che la decisione del Senato viene considerata da Salvini come un’occasione per atteggiarsi da vittima…Mah!

9:30 Intanto i Cinque stelle sono super divisi, come ci racconta Capezzone.

10:05 Impennata dei contagi. Poi vai a leggere e dei 386 un terzo provengono da una caserma di Treviso dove ci sono 133 migranti positivi tra l’altro asintomatici.

11:58 L’Economist oggi scrive come e dove si potranno far entrare gli immigrati di nuovo in Europa…

12:37 Continua la questione Fontana. Prima l’attacco era sui camici adesso invece si parla di indagine fiscale.

13:10 Luciano Capone sul Foglio racconta il solito bluff di Arcuri sui banchi

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


9 Commenti

Scrivi un commento
  1. Non è il 32,9 % i numeri vanno letti ,alla fine dell’anno sarà forse attorno al 5.
    Qui che come sempre siamo i migliori attorno a – 20 ma il punto che noi partiamo già col segno MENO ,gli altri tutti col segno PIU!

  2. Ennesima conferma che per la sedicente destra italiana, la parola ‘garantista’ significa qualcosa soltanto se si riferisce ad un politico di destra.

  3. DR,PORRO LE CHIEDO FINO A QUANDO DOVREMO VEDERE LA SIG.GENTILINI CON QUELLA SUPPONENZA DA MAESTRINA CON LA MATITA IN MANO CHE LE SERVE PER SPUNTARE LE DOMANDE CHE LE FA TRAVAGLIO

  4. Il Sig. Claudio e la Sig.ra Lucia sono accontentati.
    “Libertà non è fare ammalare gli altri: non dobbiamo rimuovere il covid-19 e i suoi danni per rispetto dei morti, dei sacrifici affrontati dai nostri concittadini: altrove il rifiuto di quei comportamenti provoca drammatiche conseguenze”

    • E chi pensa ai vivi?

      Sentendo queste parole ho tristemente pensato a coloro che in questo forum chiedono un cenno dal PdR.
      Poi ho ricordato Oscar Wilde sull’aprir bocca e togliere ogni dubbio.

      • Prima avevamo il dubbio che fosse superpartes, ora non ne abbiamo più.

        Giusto per precisare a coloro che mi vorrebbe impiccare all’albero degli sciocchi

  5. Palamara!!
    Palamara!!
    Ormai ogni volta che acciuffano un furfante con le mani nella marmellata si alza il grido glorioso di libertà e giustizia!
    Palamara!!
    Palamara!!
    “Sono innocente!! Sono vittima di Palamara!!”

  6. Con uno scenario dove i migranti arrivano a frotte e non trovano più i porti chiusi, la sinistra balbetta soluzioni all’acqua di rose … la Meloni trionferà perchè l’unica che da sempre predica il blocco navale. Supererà il M5S. Renzi con questo voto si è tagliato il futuro nonostante la sua indubbia abilità dialettica.A mio avviso il progetto di Conte è di diventare Presidente della Repubblica.

  7. ma è il solito schema della sinistra, se non riesce a batterli sul terreno di gioco (le innominabili elezioni) li manda tutti a processo.
    quello che mi fa specie, è come facciano ad avere così tanti magistrati, giornali e via dicendo sempre pronti a difenderli, è allucinante la situazione. Qui si sta andando ben oltre la dittatura comunista.
    Ma scusate, il gran Duca Giuseppi, non ha chiuso 60 milioni di italiani in casa con un dpcm che ha valenza di legge pari a 0? e infine, come ha detto un medico (forse Galli ma non sono sicuro) “rinchiudere” i clandestini in navi quarantena è la peggior soluzione che si possa prendere, al suo tempo la nave da crociera giapponese ne è stata la prova.
    Ma si sa, se sei comunista tutto ti è concesso, ma prima o poi il giochino finirà e allora saranno “dolori”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *