Commenti all'articolo Le comiche finali tra Conte e Salvini

Torna all'articolo
Avatar
guest
32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
step
step
30 Novembre 2019 15:12

Il governo coloniale italiano ha dichiarato guerra al suo popolo.

mifra 77
mifra 77
29 Novembre 2019 22:01

Signor Porro, perché non chiede al signor Conte se anche i 20 milioni messi a disposizione delle ong, attraverso il nuovo ministro degli interni, facciano parte delle comiche? Perché venti milioni alle ong ed una offesa senza precedenti ai pensionati Italiani? Cinquanta centesimi al mese(forse 35)

Mauro
Mauro
29 Novembre 2019 21:39

Possibile che io abbia una fissazione che mi perseguita? Forse si ma mi chiedo come mai nessuno si preoccupa di spiegare una cosa semplice come il fatto che se una macchina per muoversi ha bisogno di energia, poniamo 1 cv. Tanto ne ha bisogno se va a gasolio quanto ne ha bisogno se va a batteria. Ora mi chiedo questo cv. Che tiriamo fuori dalla colonnina sottoforma di elettricità come viene prodotto? Non mi venite a dire che viene da energia pulita. Sarà comprato da nazioni che producono energia elettrica con centrali nucleari come la Francia che oltretutto le ha piazzate come la Svizzera ai nostri confini? Sarà prodotta come al solito da centrali a carbone o a gasolio? Quindi bruceremo meno gasolio nelle auto ma contemporaneamente facciamo aumentare il consumo di carburanti inquinanti dalle centrali elettriche che devono fornire la corrente alle colonnine. Dove stà questo enorme vantaggio ecologico?

thalia
thalia
29 Novembre 2019 21:29

Invece di comiche io parlerei di piangere che, con quattro, o se vogliamo due tipi da spiaggia, con le lunghe volate a brussellesse hanno giocato agli italiani una grossa burla stile antico toscano, in una notte in solitaria e magari un bicchiere in più di sopramensa (chi non beve con me peste lo colga) Il tria caricato del suo borsone, faccia ingenua e mesta l’espressione, o colui voleva prendere il posto al francese che gli ha lasciato le lunghe lisciate di spalle e cicalecci merkeliani, sicuri ambedue l’avrebbero avuta vinta. Fino qui c’è da ridere, ma viene da piangere pensare che tuttavia esistano individui a cui il popolo da fiducia, mentre quelli si vendono di esso pure le mutande. Non lo conoscono il loro popolo magari sì dei neretti dove vanno come incantatori di serpenti. E attenti a non lasciare autostrade ai benettòn, seppure mi stiano antipatici, attenti anche qui, casaleggio e associati sono puntati su di esse e il capobanda maneggia anche lui sottobanco, lasciando al ex populista fg qualche privilegio, come quello di trattare Salvini un suo strofinaccio d’hotel dal papeete alle ingiurie, fino alle denunce facendo un favore al clero, agli oppositori e in primis a quella baracca che sta provocando il nostro tracollo.alla vergogna di gran signori non c’è mai fine!