Commenti all'articolo Le foto hot di Giulia Sarti e l’ipocrisia di Travaglio

Torna all'articolo
Avatar
guest
48 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Carlo36
Carlo36
17 Marzo 2019 9:11

I cambi climatici ci sono sempre stati. Quando verso la fine del primo millennio i Walser arrivarono al Nord del Piemonte, le Alpi erano senza neve e senza ghiacci ed arrivarono facilmente con carri trainati da cavalli e buoi. Quando nel quattordicesimo secolo ci fu una miniglaciazione tutta l’Europa ebbe per molti anni un clima freddo che fece ghiacciare tutti i fiumi, laghi e laghetti su cui tutti i bambini pattinavano allegramente come ci hanno ben illustrati i pittori fiaminghi come Bruegel il Vecchio ed altri. Sotto i ghiacci del continente antartico ci sono foreste equatoriali e tropicali fossilizzate. Dire che la colpa è dell’uomo è semplicemente demenziale. Un solo vulcano in un episodio eruttivo emette più CO2 di tutte le centrali elettriche a carbone del mondo, ma di questo i followers dei Gretini gli studenti topi che hanno manifestato al suono del pifferaio di Hamelin la ingenua strumentalizzata Greta nessuno parla. Se il mondo per l’essere umano finirà molto presto non sarà per il cambiamento di clima sempre esistito anche prima di Neanderthal e dell’Homo Sapiens (solo 35000 anni per il secondo) ma per la crescita demenziale della popolazione del pianeta in Africa ed in India. In Cina intelligentemente hanno da tempo frenato. Sarà per le deforestazioni selvagge, sarà per l’uso massivo della plastica, per gli oceani ormai quasi… Leggi il resto »

Valentina
Valentina
16 Marzo 2019 20:38

Mi sembri il cugino ignorante di Sgarbi. Peccato fai il giornalista di mestiere. Anzi, forse ti occupi solo di marketing.

ANTONIO
ANTONIO
16 Marzo 2019 12:37

Porro il guinzaglietto te lo regalano d’oro i padroni per natale?

carlo Todeschini
carlo Todeschini
16 Marzo 2019 9:30

“tirete il freno” è l’inno degli inquinatori,difatti nei freni ci sono i ferodi che producono le famigerate polveri sottili: l’ignoranza e l’incoerenza sono nel DNA degli ecologisti e la famiglia della furba Greta si sta facendo un bel gruzzolo incantando gli stupidi che credono alle loro panzane.