in

Allarme influenza aviaria, macellati 800 mila polli

Ogni giorno uno sguardo esclusivo sul mondo americano e sudamericano

Dimensioni testo

In Veneto Pd, grillini, Verdi e Rifondazione chiedono di ritirare a Bolsonaro la cittadinanza onoraria dove è nato il suo bisnonno

image.png

Un gruppo di deputati veneti ha chiesto al sindaco del comune di Anguillara, Alessandra Buono (Lega), di ritirare la cittadinanza onoraria all’ex presidente brasiliano Jair Bolsonaro, il cui bisnonno era nato proprio lì, dopo i fatti di domenica a Brasilia. “Dopo il tentativo di golpe in Brasile da parte dei sostenitori dell’ex presidente, non possiamo che sancire l’assurdità di questo riconoscimento di cui chiediamo urgentemente la revoca”, hanno detto a Padova Oggi i rappresentanti regionali del Pd Vanessa Camani e Andrea Zanoni. Al Pd si sono unite altre formazioni come i 5 Stelle, i Verdi e Rifondazione Comunista, per chiedere che la sindaca revochi l’onorificenza data nel 2021. “Siamo di fronte a eventi molto gravi. L’attacco alle istituzioni democratiche da parte dei seguaci di Bolsonaro è un attacco alla democrazia e non può essere in alcun modo tollerato”, ha sottolineato la grillina Erika Baldin, che ha pure chiesto una risoluzione di sostegno a Lula.

Brasile: ieri c’erano due persone alla “mega-manifestazione” pro Bolsonaro

image.png
Escono le fotografie di Emma Coronel in prigione Usa ma a giorni la moglie del Chapo esce

Due giorni fa la giornalista Diana Lastiri, dell’ottima rivista messicana Proceso, ha riferito che, secondo le informazioni sul caso, la moglie di Chapo tornerà in libertà a fine di gennaio. Questo perché negli Stati Uniti, in caso di buona condotta, i detenuti possono ridurre la loro permanenza in carcere a condizione che scontino l’85% della pena. Inoltre, essendo lei cittadina statunitense, potrebbe essere inserita in un programma di reinserimento sociale che consente alle persone private della libertà di uscire di giorno e tornare in carcere a dormire.

image.png
L’Ecuador sacrifica 800 mila polli

Nel silenzio degli animalisti l’Ecuador ha macellato circa 800 mila polli per contenere due focolai di influenza aviaria che hanno sinora causato il contagio di una ragazza (che sta bene). Il sottosegretario alla Governance e alla sorveglianza sanitaria Francisco Pérez ha affermato che la minore era in contatto con polli che i suoi genitori avevano nel cortile della loro casa e che avevano comprato giorni prima in una città nel centro andino del paese. Dopo aver verificato la diagnosi, circa 25 parenti e vicini di casa sono stati posti sotto blocco epidemiologico, anche se nessuno è risultato positivo. Il primo focolaio si è verificato alla fine di novembre nella provincia di Cotopaxi, nel centro andino del paese, e 300 mila polli furono macellati. Il secondo focolaio, sempre a Cotopaxi e nella vicina provincia di Bolívar, è stato a inizio 2023 e come misura precauzionale 500 mila polli sono stati macellati, cremati e sepolti.

Western Union riavvia le rimesse a Cuba

Dopo una pausa di due anni, Western Union ieri ha tranquillamente ripreso le rimesse di denaro a Cuba attraverso un programma pilota con la speranza di espandere le sue operazioni. ”È con grande piacere che annunciamo la ripresa delle nostre operazioni a Cuba con una fase iniziale di test del servizio in uscita dagli Stati Uniti ai clienti con conti bancari cubani attraverso selezionate sedi di agenti statunitensi”, ha dichiarato Gabriella Fitzgerald, presidente della divisione Nord America di Western Union.

Cile: approvato il secondo processo per una nuova Costituzione

Il Cile ha iniziato ieri un nuovo processo per sostituire la Costituzione, il secondo tentativo in meno di un anno. Ieri la Camera dei Deputati ha approvato l’iniziativa con 109 voti a favore, 37 contrari. La nuova proposta sarà ora sottoposta a referendum.

Paolo Manzo, 12 gennaio 2023


Tutto sull’America Latina e il suo impatto su economia e politica del vecchio continente. Iscriviti gratis alla newsletter di Paolo Manzo http://paolomanzo.substack.com. Dopo una settimana se vuoi con un abbonamento di 30 euro l’anno avrai diritto oltre che alla newsletter a webinar e dossier di inchiesta esclusivi.