in

Allarme Onu: “Il lockdown viola i diritti umani”

Dimensioni testo

di Carlo Toto

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres in un intervento scritto per il The Guardian ha denunciato il rischio di una vera “pandemia di diritti umani”. L’allarme dell’Onu: “Il virus è stato usato come pretesto per reprimere il dissenso e criminalizzare le libertà”.

Combattere la pandemia, non la libertà

Dalle parole di Guterres si evince la necessità di combattere la pandemia senza distruggere le libertà fondamentali. Comprensibile la preoccupazione del segretario generale delle Nazioni Unite, in quanto, la vita stessa dell’essere umano rischia di essere messa in pericolo da un crollo economico senza precedenti, provocato da continue restrizioni e la salute psicofisica potrebbe esser compromessa in maniera profonda. “Dall’inizio della pandemia di Covid-19 quasi un anno fa, era chiaro che il nostro mondo doveva affrontare molto più di un’emergenza sanitaria pubblica. La più grande crisi internazionale da generazioni si è rapidamente trasformata in una crisi economica e sociale. Un anno dopo, un altro fatto duro è tragicamente evidente: il nostro mondo sta affrontando una pandemia di violazioni dei diritti umani”. Scrive Guterres su The Guardian.

Diritti umani a rischio

Non è la prima volta che l’Onu evidenzia il pericolo di perdita dei diritti fondamentali dell’individuo nell’epoca del Coronavirus. Infatti, il 27 aprile 2020 l’alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Michelle Bachelet lanciò l’allarme, invitando i paesi a limitare nel tempo le misure eccezionali, al fine di evitare la catastrofe dei diritti umani. È fondamentale sottolineare che la qualità della vita rischia di subire una grave degenerazione su diversi piani dell’esistenza umana.

Quando si uniscono perdita del lavoro, calo dei redditi, destabilizzazione psicologica, distanziamento sociale, obbligo di mascherine, riduzione drastica della libertà di movimento, discontinuità e virtualizzazione della formazione scolastica, si configura uno scenario preoccupante. Ma è altrettanto vero che superando l’impasse delle restrizioni e progettando un piano d’investimenti economici espansivi per salvare le attività produttive in difficoltà e favorendo la nascita di nuove imprese, si presenta la grande opportunità di costruire una società di prosperità diffusa.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
61 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Abbadessa Carmelo
Abbadessa Carmelo
1 Marzo 2021 11:30

….. la Qualità della Vita…. qualcuno dimentica che il punto più basso della Qualità della Vita è la MORTE? Ad esempio, per Covid, che ormai ha fatto più morti di tante guerre!!!

A.L.
A.L.
28 Febbraio 2021 20:35

L’amore per la LIBERTA’ l’Onu deve dimostrarlo con i fatti, non a parole. L’Onu non è estraneo a questo disastro, anzi.

Se poi il documento Onu, che comincia bene tanto da far sperare o da illudere, finisce con le solite parole “inclusione e sostenibilità”, non intravedo ormai i valori positivi cui queste parole sembrano riferirsi (sembrano solo), ma vedo i soliti termini di copertura “politicamente corretti” per gli enormi affari/ideologie liberticide di alcuni e la progettata schiavitù di tutti gli altri sotto un unico totalitarismo o sotto tante dittature sanitarie.
E tutti gli altri siamo noi.

Non c’è dubbio che attualmente le Nazioni siano unite… ma mi sembra per il Male.
Spero tanto di sbagliarmi.
Eppure sulla terra siamo tanti e, per quanto di idee diverse, tanti capaci di ragionare! E svegliamoci allora, da questo mostruoso “sonno della ragione”!
Hanno i media e la tecnologia… ma noi siamo di più.

Senza libertà perdiamo tutto (salute compresa).
Senza libertà perdiamo noi stessi.

Carlo Piccinelli
Carlo Piccinelli
27 Febbraio 2021 17:52

Parole vane, secondo me, quelle del segretario generale ONU: ormai la propaganda terroristica sul virus ha attecchito molto più del virus stesso. Sarà molto difficile correre ai ripari, forse ci vorranno anni e molta competenza ai vari livelli, ma esiste questa competenza? Nel nostro Pese dubito. Draghi non è un super uomo, è solo un personaggio importante che se ne intende di economia e finanza e non è un politico. Per tutto il resto deve fare affidamento sulla “squadra”, ma se la squadra non funziona anche il Premier è destinato a fallire, suo malgrado. Io sono abbastanza pessimista pur sperando di sbagliare, ma se il buongiorno si vede dal mattino…..

alessandro
alessandro
27 Febbraio 2021 13:16

Da buon fedele, mi vien da ridere sempre quando tutti i ” Giornaloni, TV, siti vari, si prende l’esempio d’Israele riguardo alla Vaccinazione:

Sapevate che Israele è piu piccola della Lombardia???

ci credo che li ” funzioni ” la Vaccinazione di massa…………., se NON funzionasse, sarebbe 1 pazzia loro……………., e cmq circa la metà della popolazione è contro………………….

Cristina
Cristina
26 Febbraio 2021 21:54

Ha ragione. A me paiono muli che, anche se la strada intrapresa non porta da nessuna parte(malgrado la strenua difesa che ne fanno i covidioti, la gestione di questa pandemia è talmente azzeccata che dopo un anno la situazione non è minimamente cambiata) continuano imperterriti con la stessa ricetta.
Quello che davvero è incredibile è che le gente accetti tutto.
Non hanno programmato niente in 12 mesi, stanno facendo un casino pazzesco con i vaccini e la sola soluzione che hanno è chiudere e la maggioranza degli italiani che fa? Si ripete come un mantra consolatorio “c’è la pandemia” “ci sono i morti” e subisce. Un gregge belante.

Gaetano79
Gaetano79
26 Febbraio 2021 21:01

“Il lockdown viola i diritti umani”. Questa affermazione, emessa da un’organizzazione schierata dalla parte dei regimi autoritari terzomondisti, fa ridere anche i polli!

Jimbo
Jimbo
26 Febbraio 2021 20:44

48 morti in tutta la Lombardia.
La Lombardia è 5 volte il Kosovo. Non è mica il Molise.
Ha 10.000.000 di abitanti.

48 !!!!
E l’ISS dice di EVITARE I CONTATTI.

Jimbo
Jimbo
26 Febbraio 2021 20:21

Do un’occhiata ai decessi ad esempio dell’Emilia Romagna che è in arancione (scuro per Bologna-Imola e dintorni): 31 morti.
E’ 10 giorni che i morti si aggirano tra i 25 e i 40.
Stavano pensando a metterla in zona rossa. Per 40 morti ? Fossero 400…
Quanti morti per infarto, malattie senili degenerative o tumore ?

IN SOSTANZA NON MUORE NESSUNO PER QUESTE FANTOMATICHE VARIANTI.
NESSUNO!