Altro che Conte, ci vuole Mario Draghi

Cari lettori, moltissimi di voi mi hanno scritto, alcuni addirittura telefonato, a commento del Cameo in cui mi auguravo un governo di salute pubblica presieduto da Mario Draghi, supportato dal centro destra e dal centro sinistra (i 5S faranno le loro scelte). Sia chiaro non penso certo a una replica del governo di Mario Monti. Quel governo era figlio di una strategia di palazzo studiata a tavolino e ben pianificata, concepito in altre stanze, italiane ed europee, con come garante un Presidente della Repubblica di profilo opposto all’attuale.

Niente di tutto questo nel caso Draghi. Un suo governo dovrebbe nascere, alla luce del sole, in Parlamento, per volere della maggioranza silenziosa del paese. Oltretutto, sappiamo tutto che le élite del paese, lo scorso agosto, avevano deciso, e dichiarato, che non si sarebbe votato se non dopo il febbraio 2022, per paura di una vittoria a loro non gradita alle elezioni anticipate.

Quindi i conti tornano. Un paio d’anni di premiership, poi Draghi può andare al Colle. Dopo si andrà a nuove elezioni, allora saremo tutti “vaccinati”, ma consapevoli delle drammatiche debolezze di Conte 1 e Conte 2 e di tutti i partiti che li hanno sostenuti.

La strategia italiana sul “Virus”, piaccia o non piaccia, è definita, il processo operativo pianificato (pregi e difetti delle leadership centrali e locali hanno, per una volta, dato origine a un equilibrio accettabile). Come ovvio parlo per me, sono un cittadino qualsiasi che ha il privilegio di essere pubblicato e letto. Non sono un intellettuale, non sono un “competente” (se non di business e di management), le mie proposte non hanno alcuna valenza politica: ma io liberamente le faccio, senza attendermi alcun ritorno.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
93 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Fabio Massimo Petronio
Fabio Massimo Petronio
31 Marzo 2020 0:58

Sebbene indispensabile un Mario Draghi al timone x cogliere il giusto vento ma, è solo una bella illusione,

Conte e compagna Casalino nn mollano, anzi, ora che sono incensati da beoti felici della prigionia vissuta come ferie inaspettate, puntano + in alto…..

Francomatteo
Francomatteo
29 Marzo 2020 19:39

Facciamo presto a dare potere a Draghi affinché scelga il meglio che c’è senza guardarne l’idea politica. Abbiamo bisogno di Uomini e non quacquaraquà !

Roberto
29 Marzo 2020 19:39

Avrei voluto esprimermi con una disamina più chiara ma, quello che è venuto fuori dalle mie, se pur attente riflessioni è…: col *****!

Gianluigi Rocchetti
Gianluigi Rocchetti
28 Marzo 2020 7:46

Sindrome di Stoccolma

Il soggetto affetto dalla sindrome, durante i maltrattamenti subiti, prova un sentimento positivo nei confronti del proprio aggressore che può spingersi fino all’amore e alla totale sottomissione volontaria, instaurando in questo modo una sorta di alleanza e solidarietà tra vittima e carnefice.

Liliana
Liliana
27 Marzo 2020 21:21

Pensavo fossi un bravo giornalista una volta. Come sei caduto in basso, perché non dici chiaramente che voi la Troica nel paese Italia??? Sei pessimo. A me sta bene Conte, e spero che sarà ancora per anni avvenire.

adalberto vianello
adalberto vianello
27 Marzo 2020 17:51

Non ci sono necessariamente idee di destra o di sinistra ma ci sono solo buone idee. Chiunque vinca alle elezioni il potere politico mantiene sempre la sua posizione. Fare finta di litigare poi é uno dei trucchi più vecchi del mondo. Io Mario Draghi, del quale ho approfondito la figura, non mi va per niente a genio. Se salvini, meloni e berlusconi ce lo imporranno tradiranno quello che hanno sempre detto : il popolo non si scavalca.

Ruisi Ivano
Ruisi Ivano
27 Marzo 2020 13:36

Draghi fu il padre del Golpe, o meglio l’attuatore, del vero e unico Golpe mai avuto in Italia. Quello che ha levato di mezzo Berlusconi aumentando lo Spread fino ad oltre 500 punti!!!!! Per metterci la jattura più assoluta degli ultimi anni, Monti!! E’ colui che ha mantenuto la politica europea di taglii, che da noi col supporto rosso ha chiuso metà degli ospedali che oggi rimpiangiamo!! uomo di Prodi, non ce lo dimentichiamo

cesare alemanno
cesare alemanno
27 Marzo 2020 12:54

E basta Porro, vai dicendo idiozie a spron battuto da sempre ma in questo ultimo periodo, sei preso da delirio di onnipotenza, hai stancato con queste banalità che vedo e me ne rammarico, qualche povero idiota supporta. E basta, rema a favore ora e non contro, i veri uomini fanno così.