A salvare l’ambiente sarà il caro vecchio terrone

Siamo sinceri: a noi del clima non interessa, a nessuno importa. Nemmeno agli ambientalisti che muovono tonnellate di nave e scarichi per salvare la foca monaca o il pinguino ventriloquo figlio di un pinguino fuggito da uno zoo. Se ci tenessimo davvero all’ambiente dovremmo andare in giro a piedi o a dorso di un mulo e comunque inquineremmo ugualmente.

A me di Greta, dell’ambiente, della balena artica o dell’ape dell’Abissinia che sono in estinzione non interessa. Mi interessa essere (umano). Io vivo sempre a 18 gradi nella mia bella aria condizionata… È tutto condizionato.

Per me l’ambiente lo salveremo soltanto se finalmente tornerà il vecchio caro e fiero terrone con la canotta a righe bianche, la catena d’oro con la medaglia d’oro da mezzo chilo di Gesù, finestrino dell’Alfa sud aperto e il gomito ascella bello steso al sole a prendere aria in fila da 12 km per svoltare per la Romagna.

Sino a che non tornerà il vecchio caro terrone non ci saranno leggi che tengano: l’ambiente è “inquinato”. Con l’aria condizionata il caro vecchio fiero terrone è scomparso. Forse liquefatto sulla A1 lo troveranno i posteri e lo ammireranno come oggi facciamo con l’uomo rimasto prigioniero nella lava mentre tenta di scappare.

Per questo è davvero importante che ognuno di noi, comprenda che l’estinzione del caro vecchio terrone in canottiera in fila al caldo degli anni ‘80 è peggiore della scomparsa dei dinosauri. I dinosauri non sono estinti, se no chi sono Monti, Renzi, Mastella, Casini e De Mita che sono ancora in politica e in tv? I dinosauri è quindi provato che esistono ancora, ma il caro vecchio fiero terrone? Perché quel terrone siamo tutti noi, solo che sopravviviamo perché facciamo finta, perché ci incontriamo e “ciao come stai bene grazie e tu benissimo”. Perché siamo tutti talmente perfetti che davvero finiamo col credere che noi siamo ciò che mostriamo, mentre noi tutti siamo delle menzogne che camminano, degli egoisti a cui non frega niente del mondo ma solo del nostro piccolo vecchio caro comodo angolino: “Va bene tutto, va bene anche come premier il cadavere di Andreotti basta che mi lasciate il telefonino e la televisione. Del resto non ci interessa.”

Quando lo capiremo il mondo sarà davvero migliore.

E non è difficile, perché in questo caso la scelta è davvero soltanto di ognuno di noi. Soltanto così ci ritroveremo tutti ad essere dei cari nuovi terroni con la catena d’oro e con l’immagine di Salvini appesa al collo, Beppe Grillo che urla in un eterno silente replay “vaffanculo” sul tappetino parlante della nostra automobile a emissioni zero.

Saremo tutti in canottiera con il gomito sul finestrino, in fila per andare ad un mare che sarà ripulito dalla plastica non grazie a Greta e a 4 ambientalisti radical flop, ma grazie all’estinzione davvero definitiva dei dinosauri.

Gian Paolo Serino, 31 agosto 2019

Condividi questo articolo

4 Commenti

Scrivi un commento
  1. Non so se c’entra, ma vorrei annotare qui due o tre previsioni, ovvero timori:il nuovo governo abolira’ le poche buone fatte dalla Lega ( decreti sicurezza, legittima difesa, chiusura dei porti sia pure parziale) e terra’ in vita il resto: reddito di cittadinanza e quota 100 per non scontentare gli elettori, ecc. Inoltre i 6000 posti resi disponibili nella P.A. saranno assegnati a personale che per gratitudine voterà PD a vita, e altrettanto dicasi delle 400 nomine eccellenti che a questo punto dovranno essere fatte dai dem e andranno ad amici e parenti dei medesimi.
    Come ho più volte notato, la destra anche se vince non governa perché non sa che si deve fare prima di tutto lo spoil system.
    In conclusione i beneficiari del governo giallo-verde non saranno grati a Salvini, ma ai dem se li lasceranno sopravvivere. Senza dire che dei posti vuoti nella P. A. se ne doveva coprire 1 su 10nsolo dove necessario. Si è persa una buona occasione per farbfubzionare lo stato con meno impiegati ma più bravi.
    P. S. Non parlo dei 5 stelle perché li vonsudeto a breve riassorbiti dal PD.

  2. Conte sicuro del fatto suo ha contattato Macron per rallegrare sua maestà francese (UE), Giggino ricevuti dei ravvedimenti tenta di uscire dal trappolone e alla UE si sono gonfiati i marroni, sale lo spread e scende la borsa.
    Qualcuno di sinistra ha detto che dipende dalla fiducia del mercato azionario, come se questo non fosse in mano alla UE.
    Si stanno muovendo come i predatori perbenisti che ti invitano alla tavola per poi sbranarti.
    I franco-tedeschi devono riassettare la loro economia, le loro banche e faranno come con la Grecia ci spolperanno all’osso come è già accaduto.
    Questi sono colonizzatori per tradizione e sanno come spremerci come limoni, come continuano a farlo con i paesi ex per modo di dire colonizzati.
    Il bilancio UE non mira a redistribuire la ricchezza, ma si concentra sui cittadini in generale e quindi se lo dividono tra loro (Francia-Germania) poiché controllori di se stessi.
    Gli obiettivi e valori della UE sono: promuovere la pace, i suoi valori e il benessere dei suoi cittadini …
    Di fatto però chiudono le frontiere e ci lasciano i clandestini come segno di pacificazione e di benessere.
    Di fatto dal gennaio 2001 anno in cui la Grecia entra nell’euro, oggi si ritrova all’osso svenduta alla Francia.
    In un primo momento Tsipras della sinistra radicale nel 2015 ha tentato di opporsi al sistema della austerità, ma viene lasciato solo anche dall’Italia ( PD Gentiloni, Fratoianni ecc.) come se il problema non ci riguardasse. Poi si mette in piego e si lascia fare. I risultati sono evidenti.
    Noi siamo il prossimo obiettivo della UE, sacrificabili grazie ad un signor Conte dissidente-intellettuale a cui Junker sorride e lo elogia come aveva fatto con Tsipras.
    Finalmente la Grecia si risveglia e chiude 8 luglio 2019 con Tsipras e apre al Centro Destra
    Premesso che sono per L’ Unione Europea se trattati alla pari e affermo che non può essere gestita in questo modo.
    In Europa ci considerano dei minus ritardati mentali, allora tanto vale uscire, si passa all’inflazione monetaria che ci riapre le esportazioni e ci mettiamo a posto le cose in casa nostra.
    L’Italia non a caso è la culla della civiltà, troppo buoni si, ma non fessi.
    Lo capite questo o devo spiegarvelo meglio?

  3. Tutto vero. E perdipiù il fiero Verdone-terrone con la sua Alfasud faceva una cosa che adesso in Italia sembra sia passata di moda: veniva addirittura dalla Germania, figuratevi, per andare a votare !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *