in

Anche Cacciari e Agamben sono due fascisti no vax?

Dimensioni testo

In mezzo a tutta questa caccia a chi non si allinea al pensiero unico del green pass, è forse il caso di leggere il ragionamento di due intellettuali come Massimo Cacciari e Giorgio Agamben.

“La discriminazione di una categoria di persone, che diventano automaticamente cittadini di serie B è di per sé un fatto gravissimo, conseguenze possono essere drammatiche per la vita democratica. Lo si sta affrontando, con il cosiddetto green pass, con inconsapevole leggerezza. Ogni regime dispotico ha sempre operato attraverso pratiche di discriminazione, all’inizio magari contenute e poi dilaganti. Non a caso in Cina dichiarano di voler continuare con tracciamenti e controlli anche al termine della pandemia. E varrà la pena ricordare il ‘passaporto interno’ che per ogni spostamento dovevano esibire alle autorità i cittadini dell’Unione Sovietica. Quando poi un esponente politico giunge a rivolgersi a chi non si vaccina usando un gergo fascista come ‘li purgheremo con il green pass’ c’è davvero da temere di essere già oltre ogni garanzia costituzionale”.

Ora, sorge una domanda: secondo voi ci troviamo davanti a due pericolosi fascisti e novax, espressione di quelle piazze “inaccettabili” messe alla gogna dal ministro Lamorgese? Oppure si tratta di due filosofi che legittimamente pongono delle questioni cruciali sul nostro vivere e la nostra civiltà? Leggete qui sotto il resto della loro riflessione, pubblicata dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, e giudicate voi.

“Guai se il vaccino si trasforma in una sorta di simbolo politico-religioso. Ciò non solo rappresenterebbe una deriva anti-democratica intollerabile, ma contrasterebbe con la stessa evidenza scientifica. Nessuno invita a non vaccinarsi! Una cosa è sostenere l’utilità, comunque, del vaccino, altra, completamente diversa, tacere del fatto che ci troviamo tuttora in una fase di «sperimentazione di massa» e che su molti, fondamentali aspetti del problema il dibattito scientifico è del tutto aperto. La Gazzetta Ufficiale del Parlamento europeo del 15 giugno u.s. lo afferma con chiarezza: «È necessario evitare la discriminazione diretta o indiretta di persone che non sono vaccinate, anche di quelle che hanno scelto di non essere vaccinate». E come potrebbe essere altrimenti? Il vaccinato non solo può contagiare, ma può ancora ammalarsi: in Inghilterra su 117 nuovi decessi 50 avevano ricevuto la doppia dose. In Israele si calcola che il vaccino copra il 64% di chi l’ha ricevuto. Le stesse case farmaceutiche hanno ufficialmente dichiarato che non è possibile prevedere i danni a lungo periodo del vaccino, non avendo avuto il tempo di effettuare tutti i test di genotossicità e di cancerogenicità. Nature ha calcolato che sarà comunque fisiologico che un 15% della popolazione non assuma il vaccino. Dovremo dunque stare col pass fino a quando?

Tutti sono minacciati da pratiche discriminatorie. Paradossalmente, quelli «abilitati» dal green pass più ancora dei non vaccinati (che una propaganda di regime vorrebbe far passare per «nemici della scienza» e magari fautori di pratiche magiche), dal momento che tutti i loro movimenti verrebbero controllati e mai si potrebbe venire a sapere come e da chi. Il bisogno di discriminare è antico come la società, e certamente era già presente anche nella nostra, ma il renderlo oggi legge è qualcosa che la coscienza democratica non può accettare e contro cui deve subito reagire”.

Nicola Porro, 26 luglio 2021

Diario della crisi

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
90 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
giùalnord
giùalnord
29 Luglio 2021 10:10

Non so voi, io credo che non si vogliono più mettere in discussione le libertà individuali contratte, inviolabili, garantite dalla Costituzione(obsoleta),e non ti permettono di criticare e la stampa totalmente genuflessa a questo regime unico del virus, sta tentando a tutti i costi di difendere la “libertà liberticida” e di preservarla, da qualsiasi attacco ,indipendentemente da dove arrivano.
Siamo in piena dittatura,se qualcuno non se ne ancora accorto: c’è stato un golpe non appena il generale figliuolo ha preso le redini al posto di Arcuri..

Simone Stumpo
Simone Stumpo
28 Luglio 2021 20:18

Siamo sempre e di nuovo ai tempi di Galileo Galilei, come allora “il potere” intende negare le ragioni scientifiche con l’aggravante della modernità dei nostri tempi che rendono di facile accesso le evidenze scientifiche prodotte…

Olympe de Gouges
Olympe de Gouges
28 Luglio 2021 13:31

“Un popolo che rinuncia alla libertà per la sicurezza non merita né libertà né sicurezza” (Benjamin Franklin)

Paolo
Paolo
27 Luglio 2021 17:05

Immagino lo siano.

art3mide
art3mide
27 Luglio 2021 10:55

“Chi non si vaccina accetti le limitazioni”
“L’Italia ha bisogno di massima coesione, preoccupano le divisioni”
“Bisogna continuare a lavorare su questa strada, nel modo più unito possibile. Per questo sono preoccupato dal fatto che il Paese si stia dividendo nella più assurda delle polemiche, quella sui vaccini.
E’ del tutto illogico dare una caratura ideologica o politica a una questione che è prettamente scientifica.”.
segue

CLAUDIO
CLAUDIO
27 Luglio 2021 9:51

La crisi economica incalza ormai da troppi anni e la pandemia ha solamente peggiorato i disagi già esistenti e ne ha creati di nuovi. La difficoltà di pagare mutui e prestiti coinvolge un numero sempre maggiore di persone che rischiano di vedersi pignorare la casa e i beni di proprietà. Per evitare che il peggio accada è necessario sapere come muoversi, cosa fare e cosa non fare e a chi chiedere aiuto ………
PARLIAMO DI QUESTO, BASTA MINCHIATE

Maria B.
Maria B.
27 Luglio 2021 9:46

Intanto il green pass non è obbligatorio per il parlamento, anche se la piddina Morani ha lanciato l’idea non se l’è filata nessuno, e questo la dice lunga su cosa pensano degli italiani, che si scannano tra opposte fazioni e non vedono l’ovvia spocchia di chi governa nei loro confronti.
Della serie fate quello che dico ma non quello che faccio!
E poi tutti i medici e ricercatori contrari sono tutti degli incompetenti cretini?
Per molti e anche per altri appartenenti alla categoria si, e già questo mi dà fastidio!

Donatella Anatrini
Donatella Anatrini
27 Luglio 2021 8:37

Ottimo articolo.