in

Appello alla destra: rispetti il suo popolo - Seconda parte

Dimensioni testo

Quel vasto popolo di destra che resta tale nonostante tutto non merita questo. Ma anche la sua proverbiale pazienza può avere un limite. E non pensino i partiti che dovrebbero rappresentarli di uscirne vivi se essa finisse. Dio, si dice, acceca chi vuole perdere. L’impressione è che ci si stia mettendo su questa brutta china. Riunitevi subito attorno a un tavolo, stabilite una linea comune per i prossimi passaggi politici, rispettate il vostro popolo, stilate subito un programma di governo (possibilmente ambizioso ma non velleitario). Fatelo subito, già da domani mattina. Se perdete il prossimo, ultimo, treno, state sicuri che la storia non vi darà un’ altra chance!

Corrado Ocone, 26 settembre 2021