Politiche green

Follie verdi

Auto elettriche per nababbi. Il dossier rivela: solo 4 sotto i 30mila euro

I numeri messi a disposizione dalla Commissione europea: la transizione green è proibitiva

5k 20
auto elettrica ricchi © 3alexd, SOK-STUDIO e tramite Canva.com

Professionisti del settore come Akio Toyoda, presidente del cda della Toyota, hanno bollato le auto elettriche come sopravvalutate, ponendo l’accento sulle tante criticità omesse dai talebani della religione green. Ma oltre le emissioni di anidride carbonica e la perdita di milioni di posti di lavoro c’è di più. Parliamo del fattore economico: le auto alla spina non sono alla portata di tutti. L’ennesima conferma arriva direttamente dai numeri messi a disposizione dalla Commissione europea, tra i grandi paladini della rivoluzione verde: su più di 300 modelli censiti, solo quattro costano meno di 30 mila euro. Non c’è bisogno di aggiungere altro.

Il pressing per le auto elettriche non porterà grossi risultati dal punto di vista ambientale, ma soprattutto porterà a un nuovo fatto sociale: la nascita della mobilità per ricchi. Le vetture green rappresentano un lusso per pochi, come testimoniato dal mercato: la contrazione della domanda registrata negli ultimi mesi ha fatto scattare l’allarme. Tant’è che sono spuntate le prime contromisure, a partire dal modello di noleggio sociale lanciato dalla Francia (e forse copiato dall’Italia).

Leggi anche:

I prezzi fuori portata delle auto elettriche non dovrebbero rappresentare una sorpresa. Le case automobilistiche hanno spinto solo su segmenti di fascia alta e sui Suv. E i numeri contenuti nel Rapporto dell’Aci, diffuso in occasione della Conferenza sul traffico e la circolazione, non lasciano spazio a dubbi: l’aumento significativo nelle vendite di veicoli elettrici e ibridi (in parte indotto dalla generosa politica di incentivi pubblici degli ultimi anni) ha effetti quasi impercettibili sul parco auto poichè al 31 dicembre 2022 questi veicoli rappresentavano lo 0,4% del parco circolante. Ma non è tutto: un sondaggio rivela che l’85 per cento degli italiani ritiene che, per i prossimi 10 anni, continuerà ad acquistare auto termiche o ibride, mentre solo il 14% pensa all’acquisto di un’auto elettrica. E ancora, quattro auto su dieci hanno ormai più di quindici anni. La conclusione del report è desolante, soprattutto per i talebani dell’auto alla spina: le elettriche rappresentano “per troppi ancora un lusso“.

Massimo Balsamo, 30 novembre 2023

Nicolaporro.it è anche su Whatsapp. È sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati (gratis).

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli