in

Autocertifico che mi sono rotto

Dimensioni testo

Visto che è tornato il tempo triste delle autocertificazioni, io Corsaro Nero autocertifico che:

1. Della incapacità politica ed organizzativa del governo Conte che ci comanda ai tempi del coronavirus.
2. Della informazione incentrata sulla paura.
3. Dei giornalisti, i peggiori dal 1945 ad oggi che questo Paese abbia mai avuto, sempre pronti a gridare all’emergenza ineludibile.
4. Delle opposizioni a questo governo, impegnate a parlare del Monte Bianco e degli appetiti francesi (sul Monte, sempre Bianco).
5. Dei virologi, scienziati, infettivologi intervistati ogni santo giorno in tv e pure sui giornali.
6. Degli artisti conformisti, incapaci di un ragionamento critico che non sia, “mi raccomando restate a casa che c’è il virus”.
7. Della retorica e del paternalismo di sindaci e governatori regionali, sceriffi “de noantri” ma senza l’epica del vecchio West e del duello all’insegna del coraggio.
8. Dei difensori ai tempi del coronavirus dei diritti delle minoranze che però, nel momento in cui comprimono le libertà di tutti noi con dpcm e ordinanze, su queste libertà conculcate stanno zitti e muti.

Autocertifico che mi sono rotto i coglioni e non venite a dirmi che uso un linguaggio scurrile perché vi mando affanculo. Sempre munito di autocertificazione per la fascia oraria in cui è richiesta!

Il Corsaro Nero, 23 ottobre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
49 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Marco Ansalti
Marco Ansalti
11 Marzo 2021 21:43

Sto paese dovrebbe esautorarsi. Non dovrebbe più esistere politicamente. Dovrebbe essere governato direttamente dall’Europa. Peggio di quanto hanno fatto i parassiti del parlamento laziale non potrà essere.

stefano
stefano
24 Ottobre 2020 15:34

Oggi ho acquistato come spesso faccio la carne e il pane.Ho notato che dopo avere dato il resto alla persona prima di me toccando i soldi ,con le mani direttamente toccano la carne che era questa volta per me come il pane.
Poi io ho dato i soldi e mi hanno dato il resto.E con quella dopo uguale e ,questo ovunque. Ma con la mascherina adosso ))))
Lo stesso comunque vale per una carta.
???????????

Rosaria dota
Rosaria dota
24 Ottobre 2020 15:24

Stupendo!!!
Date un megafono anche a me, x favore

Luigi
Luigi
24 Ottobre 2020 11:41

Condivido tutto.

Raffaello Rota
Raffaello Rota
24 Ottobre 2020 11:17

Concordo ! Ormai la rottura degli zebedei ha raggiunto livelli impossibili ! Manica di incapaci che non avete saputo gestire un problema sanitario evidente, se non massacrandoci ancor di più ! Io ex malato di tumore al polmone sono “riuscito ad andare a visita di controllo pneumologo, prevista il 20/02 SOLO IL 28/09 ! Se morivo, mi mettevate nella categoria COVIT 19 ??

Giovanni Gozzi
Giovanni Gozzi
24 Ottobre 2020 7:53

Finché si corre a far tamponi senza sapere il criterio e non si cercano cure effettive andrà sempre peggio.
La mistificazione dei numeri è pari all’illusione che la scienza sia esatta: il modello standard è sbagliato e quell’entità da poche decine di nanometri ce lo sta facendo notare. Gli esperti sono quelli di Bohr: “Qualcuno che ha fatto tutti gli errori possibili in un campo molto ristretto”.

Carita77
Carita77
23 Ottobre 2020 22:44

E aggiungerei che ci siamo rotti i c……… dei cosiddetti VIP che fanno anche di una situazione grave spettacolo e pubblicità esibendo il loro contagio.. Ma chi se ne fotte!

Angela2
Angela2
23 Ottobre 2020 22:01

Autocertifico che sono d accordo