Commenti all'articolo Basta con le prediche dei “dottorini” sul Web

Torna all'articolo
Avatar
guest
55 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
GIORGIO MARIA BORGATO
GIORGIO MARIA BORGATO
26 Novembre 2020 19:49

Attendo , più che il Natale , la sentenza di qualche onesto giudice che sanzioni chi abbia indicato come ‘negazionista’ una persona che dissenta dalla narrazione governativa della diffusione dell’influenza sars cov 2 . Non mi aspetto una condanna all’ergastolo , ma anche solo una pena pecuniaria di mille euro , così , per metter un limite a tutti ‘sti imbecilli che usano l’ infamante definizione come un manganello , pensando che nell’etichettatura dei dissidenti sia insita una ‘condanna storica’ . Si accorgeranno invece che la Storia , quando darà la lettura corretta di questo maledetto periodo , metterà sul banco degli imputati chi abbia mistificato dati , cause , pareri scientifici , al fine di terrorizzare , sottomettere e portare al vaccino interi popoli debilitati dalla paura e dalla perdita di reddito e di libertà .

Davide V8
Davide V8
26 Novembre 2020 18:38

>”fondamentalisti del positivismo d’accatto.”

Fantastico.

Oreste Caretta
Oreste Caretta
26 Novembre 2020 13:07

Non sono d’accordo alla sua digressione sul neopositivismo d’accatto. Le comunico che l’obiezione di coscienza in questa fattispecie e’ legittima,poiche’ i negazionisti mettono in dubbio non soltanto le trombe ,ma anche l’esistenza stessa della musica. Ora io non so quanto importi a lei il fatto che esistano regole scientifiche per porsi a risolvere i problemi, ma se lei nega la loro esistenza io decido di non curarla. Infatti la terapia che pongo in essere e’ in ‘ scienza e coscienza’ e se una delle due mi offende io posso legittimamente astenermi dal curarla. Il mio giuramento non e’ una dichiarazione di ordine monacale e no mi vincola oltre il costrutto di cui sopra. Negare la scienza,negare i suoi principi, mina a fondo anche la coscienza con la quale devo giorno dopo giorno studiare il modo piu’ adatto per curarla. E’ non e’ assolutamente accattona ma etica,una parola di cui nessuno sa’ piu’ il significato. Lungi da me da apparire eroico, ma pretendo che le regole scientifiche siano comuni e quindi accettate e conosciute , non per sentito dire ,ma per enumerazione critica.

Cristina
Cristina
25 Novembre 2020 22:50

Se dovessero mai ricoverarmi nell’ospedale dove lavora, miss Cretinetti mi assisterebbe a prescindere della sua opinione su di me, per il semplice motivo che pago le tasse e quindi contribuisco al suo stipendio che, per inciso, non ho nessuna prova si meriti.
Fossi in lei, eviterei sparate come queste, nelle persone appena appena normali non scatenano ondate di empatia nei confronti della categoria.