in

Calcio e politica: giù le mani da Italia-Inghilterra

Dimensioni testo

Il nostro auspicio più grande per domenica sera? Che la politica lasci in pace il calcio. Ne abbiamo viste troppe, in questi Europei, funestati da prediche su Black lives matter e sull’importanza di squadre zeppe di figli di immigrati. Lasciateci godere lo spettacolo di Italia-Inghilterra a Wembley: un classico, ma inedito, perché le due squadre non si sono mai affrontate in una finalissima di un torneo.

Purtroppo, non sono buoni gli auspici sotto i quali ci si avvicina al fischio d’inizio. Basti vedere il tweet di Beppe Severgnini, con l’immaginetta dell’Inghilterra “senza immigrazione”: una foto della Nazionale con una croce sopra i giocatori oriundi, inclusi quelli con antenati irlandesi, come Harry Kane e Declan Rice. Altri, come Kyle Walker e Raheem Sterling, arrivano dalla Giamaica: insomma, è un peccato che anche l’Italia non abbia mantenuto un vasto impero coloniale?

A noi piacerebbe vedere 22 giocatori che inseguono il sogno della loro vita. E vivere, comunque vada a finire, una notte magica. Ma ancor più dei tre leoni inglesi, temiamo le paternali del day after. Se dovesse vincere l’Inghilterra – speriamo di no – già ci vediamo le articolesse sulla gloria della squadra multietnica, che gli opinionisti progressisti, ossessionati dalla politicizzazione di ogni aspetto dell’esistenza umana, si erano tenuti in punta di penna dopo le umilianti eliminazioni di Francia e Belgio. Severgnini, appunto, è un oscuro preludio sulle omelie immigrazioniste.

Se, invece, dovesse vincere l’Italia – incrociamo le dita – rischiamo di doverci sorbire la melensa retorica delle elucubrazioni europeiste: “Londra manca il riscatto post Brexit”, “Niente spot per Boris Johnson”, sono solo alcune delle tracce che gli editorialisti patinati potranno sviluppare. Già ci avevano provato in occasione del match tra inglesi e scozzesi, che per fortuna era finito in parità.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
42 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Victor
Victor
10 Luglio 2021 11:22

Anche Severgnini tiene famiglia e deve pagare il suo obolo alle battaglie progressiste, politicamente corrette, de sinistra. Ma che palle!!!

Matteo A.
Matteo A.
9 Luglio 2021 23:21

Vorrei vedere Super Mario con la maglietta azzurra, come Boris x la semifinale…

nicola
nicola
9 Luglio 2021 16:22

sarebbe bello mettere in fila i giornalisti del giornaletto dove scrive questo lurido SSessantottino e fare il suo giochino, si scoprira’ che i luridi compagni, quando riguarda loro, sono contro il mescolamento delle razze, e sono ben incollati al loro posto di lavoro, senza farci sopra morali viscide

JEANSANTI
JEANSANTI
9 Luglio 2021 15:15

e che minchia….anche il Calcio che di solito mette tutti d’accordo , che fà passare i guai, che risolve i debiti, che riempie il frigor di spesa agli Italiani …che annulla 2 Anni di costrizione e di miseria , che butta soldi nelle tasche delle imprese a terra e alla fame per la malsana gestione dei due Governi Conte e Draghi ..entra a far parte del nefasto progetto sinistro? ….non toccate il Calcio agli Italiani per l’amor di Dio….è l’unico argomento che li infervola veramente , altro che fame miseria e povertà..
Il Calcio l’unica fonte di vita e di sostegno degli Italiani ..giù le mani dal Calcio , qualsiasi sia l’argomento
ah ah ah

Jimbo
Jimbo
9 Luglio 2021 13:39

Severgnini non ci ha mai capito una seg*, figuriamoci se capisce qualcosa nel 2021 !
Sono in tanti comunque che la pensano così.
E’ un discorso demente: quanti immigrati erano presenti nella rosa delle nazionali che hanno dominato l’europeo ? Ucraina, Danimarca, Spagna, Italia, Repubblica Ceca.
Quanti ?

A PEDATE IN AFRICA DOVRESTI ANDARE SEVERGNINI! E RESTARCI PER SEMPRE.

Mario
Mario
9 Luglio 2021 13:22

Fabio
“reato estremamente generico”. GIUSTO
Ma sempre di REATO si tratta. Fino a che Draghi e Cartabia riformino pure questo.

Davide V8
Davide V8
9 Luglio 2021 13:19

Severgnini di una tristezza profonda.
La politica deve per regolamento stare fuori dal calcio, ma il regime lo ha rovinato con inginocchiamenti e sceneggiate varie, per cui questo si sta seppellendo da solo.

Tantissima gente è pronta a non tifare Italia per questo motivo, ed ha ragione.
Io devo dire che i gol, in effetti, non mi emozionano praticamente più, ed è un fenomeno del tutto spontaneo: complimenti a loro.

Severgnini dovrebbe, al contrario, sottolineare il fatto che l’Inghilterra non sia più Inghilterra, la Francia sembri il Senegal, e così via.
Si chiama sostituzione etnica.

Mauro
Mauro
9 Luglio 2021 13:08

Vi sono paesi che subiscono di più il cambio climatico rispetto ad altri.
Vi sono calciatori abbronzatissimi quasi ovunque.