in ,

Caro Porro, basta balle sulla Lombardia

fontana lombardia

Dimensioni testo

Gent.mo Nicola Porro,
sono un tassista di Milano e oggi vorrei spezzare una lancia a favore dell’amministrazione regionale Lombarda. Nell’ultimo periodo sono piovuti addosso ai nostri amministratori (presidente in primis) i peggio insulti, come si dice a Roma, per le gestioni sbagliate riguardo al Covid ma nulla si dice quando le cose vanno bene ed in modo rapido.

Forse saprai, scusa per il tu ma mi torna più facile, che Regione Lombardia ha indetto un bando di aiuti (1500 euro) per alcune categorie tra cui noi tassisti. Bene, pensavamo tutti che si trattasse di un click day e che in ogni caso, vista la notevole affluenza di aventi diritto, ci sarebbe stato un crash di sistema. Nulla di tutto questo! Iscrizioni al sito dei bandi di Regione a parte, era abbastanza complicato ma con l’aiuto di tutti ce l’abbiamo fatta, tutto il resto è filato di un liscio che non si può neanche immaginare.

Apertura del bando alle 11:00 del 23 novembre 2020.
Chiusura del bando alle 17:00 del 27 novembre 2020.
Dopo due ore circa abbiamo ricevuto la mail dal protocollo di conferma del ricevimento domanda.
Abbiamo potuto seguire l’andamento del controllo dei requisiti, online. Con codici a volte incomprensibili, ma l’importante è che ci capissero loro.

Ricevuto i soldi sul conto corrente a partire dal 3 dicembre 2020 (io il 7 dicembre). Ovvio hanno dato precedenza ai primi che hanno depositato il bando, ma i soldi stanno arrivando a tutti gli aventi diritto. Faccio notare che nonostante i manifesti e i proclami di aiuti rapidi alle categorie in crisi, i soldi del governo ce li hanno fatti penare e alcuni li stanno ancora aspettando.

Ti sarei grato se volessi accennare magari anche brevemente durante la zuppa a questa “nuova eccellenza” perché, secondo me ogni tanto bisogna riconoscere e gratificare chi ha saputo far bene il proprio lavoro. Grazie per tutta l’informazione “pulita” che ogni giorno ci dai e spero di poterti ascoltare in diretta nella tua prossima puntata della zuppa.

Giampaolo Corradini, 11 dicembre 2020