in ,

Caro Porro, diciottenne vaccinata, anziani dimenticati

Dimensioni testo

Caro Nicola,

mentre la Puglia si aggiudica la maglia nera per la lentezza dei vaccini succede questo.
Parliamo del caso Morra, di Scanzi e Ferragni Fedez, trascurando che la stragrande maggioranza è figlia di amici di amici, le conoscenze non conoscono ostacoli.

Mia madre 84 anni e mia zia 90 oggi non sono ancora vaccinate, io 44 anni con due figlie costretto a vivere in una casa in affitto nonostante sia proprietario della casa dove vivono queste anziane, pur di non infettarle cerco di stare lontano. Pago un affitto nonostante la mia attività sia chiusa per un virus, senza ricevere nulla dallo stato, se non una misera mancetta su una perdita del 76%.

Poi vedo questo medico: sua figlia studentessa di 18 anni riceve il vaccino, quel vaccino che può e poteva salvare la vita a qualche anziano. Non è giustizia questa, è una vera dittatura comandata da chi nella vita conta qualcosa. Noi siamo solo carne da macello al cospetto dei raccomandati.

Andrea Mangialardo, 6 aprile 2021