in , ,

Caro Porro, la censura Facebook rovina il mio lavoro

facebook censura
facebook censura

Dimensioni testo

Buongiorno Nicola,

non so se ti ricordi di me ma sono sempre presente alla zuppa e ai tuoi post da anni e ti avevo anche fra i miei contatti personali. Scrivo da Cagliari. Dal 2009 avevo il mio profilo Facebook con diverse pagine di lavoro collegate (io mi occupo di nutrizione e alimentazione). Fra tutti, profilo e pagine, avevo piu di 20 mila contatti diretti. Pagine in cui ho investito parecchi soldi per la promozione della mia attività.

Da un giorno all altro, il 24 giugno, Facebook ha disattivato il mio account chiedendomi di inviare carta identità, cosa che ho fatto. Pare infatti che il mio profilo fosse in uso anche ad altri. Infatti nel profilo che mi mostra Facebook come bannato non c’è la mia foto ma quella di un’altra persona. Purtroppo però da quanto leggo pare che non sia destinata a riavere il mio profilo e pagine. O comunque è impossibile saperlo.

Fosse solo per il profilo me ne fare una ragione ma per la pagina Menutrix, il menù con le calorie no. È una pagina commerciale per cui ho pagato tanti soldi per farla crescere e da cui dipende l’80% del mio lavoro rivolto al food per elaborare menù con valori nutrizionali. So che ci sono milioni di persone in Italia con questo problema, letteralmente rovinate professionalmente. Aggiungo che dopo la chiusura mi arrivano messaggi postali e al cellulare del presunto Facebook che mi chiede di saldare fatture. Ho dovuto chiudere carte collegate alla pagina.

Insomma una ripartenza per me oggi è impensabile senza pagina ora che i ristoranti hanno aperto. Vorrei facessi un gran baccano su questo argomento soprattutto per le pagine commerciali se sia giusto o meno chiuderle dall’ oggi al domani senza sapere di poterne tornare in possesso. Sono devastata. Grazie.

Raffaella Aschieri

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
thalia
thalia
1 Luglio 2021 14:22

Ci sono tanti ragazzetti inesperti che lavorano a meno anche on-line e il guaio non è soltanto di questi siti che vogliono servirsi di qualcosa che credono l’appprofondire non serva, ma di chi è a capo e ne sà tuttavia meno. a me è successo in altro campo, ma oramai siamo nel raffazzonare del usa e getta.

Cricri
Cricri
1 Luglio 2021 10:28

Credo di essere una mosca bianca e poi diciamo che con tt l’ignoranza che c’è in giro (parlo x la mia cerchia di conoscenze) sono stata obbligata ad usare Whatsapp che volevo evitare assolutamente sostituendolo con Telegram, MA NON MI SONO MAI ISCRITTA A FB
Non trovavo logico dire cosa facevo o avere l’amicizia di tizio e Caio.. PUTROPPO QUI LA SIGNORA HA TT LE RAGIONI DEL MONDO avendo affidato a questo social il suo lavoro…
Sono stata attaccata da amici e tracciata da eremita x non aver avuto mai un account su FB, ma a posteriori ne sono felice, spero che Nicola possa aiutare la Sig in wuestione

Luca Beltrame
Luca Beltrame
30 Giugno 2021 22:57

Non ho capito una cosa di questa storia: chi scrive ha subito la compromissione del proprio account Facebook?

Ettore Panella
Ettore Panella
30 Giugno 2021 21:50

È un problema che ho cercato di combattere dal 2014 (Io sono uno di quella generazione di operatori che nel 1995 fece sviluppare Internet in italia). Ci ho scritto un romanzo sulle possibili derive di facebook immaginando che nel 2025 con un’abile scalata in borsa venisse acquistato da un gruppo criminale.
http://www.loquendum.it

Massimo Bretti
Massimo Bretti
30 Giugno 2021 18:29

Pessima storia che peraltro conferma la totale inaffidabilita’ di Face Book & C.
Organismi autoritari ed illiberali: per quanto mi riguarda erano gia’ chiusi e falliti

EGIDIO DERIU
EGIDIO DERIU
30 Giugno 2021 16:48

PERCHè LE TV COME SKY LA 7 E RAI CONTINUANO A DIRE CHE SENZA IL GREEN PASS NON SI PUò CIRCOLARE? QUANDO NELLA PAGINA UFFICIALE DELL’UNIONE EUROPEA C’è SCRITTO CHE VACCIANATI E NON VACCINATI POSSONO CIRCOLARE LIBERAMENTE?SEGUE LINK UFFICIALE https://ec.europa.eu/info/live-work-travel-eu/coronavirus-response/safe-covid-19-vaccines-europeans/eu-digital-covid-certificate_it#i-cittadini-che-non-sono-ancora-vaccinati-potranno-recarsi-in-un-altro-paese-dellue

Valter Valter
Valter Valter
30 Giugno 2021 14:36

I social sono i nuovi bolscevichi: ti fucilano senza processo e senza sentenza. Chi può evitarli li eviti.

Maria
Maria
30 Giugno 2021 14:25

Pazzesco, però é propio questo il punto debole della modernitá tecnologica, forse é meglio tornare al vecchio contatto umano, tra paziente e dottore, tra cliente e venditore e non davanti ad uno schermo visto che la sicurezza online é un colapasta e chi dovreb controllare che cio non avvenga non lo fa anzi ci marcia sopra.